Il 63esimo palio delle Repubbliche Marinare a Genova

La manifestazione storico-agonistica che rievoca le imprese e la rivalità medievali nei mari

 

Torma a Genova, il 3 giugno, la 63esima edizione della Regata delle antiche Repubbliche marinare, la manifestazione storico-agonistica che rievoca le imprese e la rivalità medievali nei mari tra le città di Genova, Pisa, Venezia e Amalfi.

La gara sarà preceduta, sabato 2 giugno da un corteo storico: 250 figuranti in costume ricorderanno, interpretandoli, episodi e personaggi legati alla storia marinara della loro città e al ruolo che ha avuto nel Mediterraneo. La partenza è prevista da piazza De Ferrari. Il Comune di Genova – città detentrice del titolo conquistato lo scorso anno nelle acque di Pisa – contribuirà alla manifestazione con130 mila euro oltre che con l’impegno di Aster e Amiu per la sistemazione delle aree attorno al campo di regata, nella zona della fascia di rispetto di Pra’.

Tra gli eventi collaterali, oltre al corteo storico, un mercato dedicato al basilico e un quadrangolare di rugby con le squadre delle stesse città impegnate nella regata.

«Per la prima volta nella storia si svolgerà nel bacino di Prà. Altra dimostrazione che Prà possa offrire un’offerta turistica non da poco» dichiara entusiasta il sindaco Marco Bucci.

«Abbiamo il campo di regate più bello del Nord Italia» sottolinea Claudio Chiarotti. Il presidente del Municipio Ponente racconta l’idea di proporre Prà come sede della manifestazione: «È un’idea che nacque quattro anni fa, l’ultima volta che Genova ospitò la Regata delle Repubbliche Marinare. Ci sembrava giusto rilanciare il Canale di Calma come teatrino per poter fare la regata storica. Il Comune nel 2016 fece una dichiarazione d’intenti e la giunta Bucci ha deciso di perseguire su questa strada. Di questo ne sono molto orgoglioso».

 

Fonte il vescovado.it

 

Precedente Ancora ferma la funicolare di Capri, il bus sostitutivo va in panne Successivo Vittoria per la sicurezza del San Vito Positano