Arrestati ladri in trasferta che rubarono impianti stereo

Il piano fu messo in atto a marzo dopo aver preso di mira tre auto

 Redazione – Ladri in trasferta dalla città partenopea rubarono impianti stereo ed il piano fu messo in atto a marzo dopo aver preso di mira tre auto ma sono stati arrestati.

Sono scattate le manette dopo le indagini svolte dai carabinieri della stazione di Vico Equense, coordinati dal luogotenente Antonio Lezzi, e comandati dal capitano della compagnia di Sorrento, Marco La Rovere, che si sono avvalsi anche delle immagini che sono state registrate dalla videocamere sia pubbliche che private. Dai filmati è risultato che nel giorno del 1 marzo sono arrivati in costiera e facendo il giro per la cittadina avevano già adocchiato tre vetture parcheggiate in luoghi diversi.

Così sono entrati in azione ed alla prima auto ruppero il deflettore dal lato di guida mentre alle altre due impedirono la chiusura a distanza con qualche sistema elettronico e razziarono impianti stereo completi di navigatore satellitare, un iPad e altro materiale, per un valore complessivo di circa 2.500 euro. Un bel bottino che poi, forse e probabilmente, rivenduto avrebbe ricavato un buon guadagno.

Ma non è andata così perché dopo le indagini i carabinieri della stazione di Vico Equense, con la collaborazione in fase esecutiva di quelli  di Napoli, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Torre Annunziata.

Uno è rimasto rinchiuso nella casa circondariale mentre l’altro è stato sottoposti ai domiciliari nella sua casa di residenza.

 

GISPA

 

Precedente Angri, a Giuseppe Santangelo il Premio Comunicare a Scuola 2018 Successivo Costiera sorrentina, tassa di soggiorno evasa o ritardata