Azzardano a comprare gratta e vinci con banconota falsa

Tre 16enni lo provano nella tabaccheria della stazione ricalcando il film di Totò ma poi sono denunciati

 

 Meta – Tre 16enni con banconota falsa azzardano a comprare un gratta e vinci, lo provano nella tabaccheria della stazione ricalcando il film di Totò ma poi sono denunciati.

Giacché si trovavano tentano il colpo di spendere la banconota falsa di 50 euro, si presentano alla cassa della tabaccheria chiedendo appunto il gratta e vinci ed esibiscono la valuta cartacea, ma il titolare accortosi che essa era contraffatta, ha avvertito i carabinieri della stazione di Piano di Sorrento. I quali, coordinati dal maresciallo Daniele De Marini, che già sono impegnati nella prevenzione di reati nei luoghi del trasporto pubblico, sono intervenuti sul posto ed hanno bloccato ed identificato i giovani. Così sono risaliti alla loro età ed alla loro provenienza, uno di Scafati, uno di Castellammare di Stabia ed un altro di Boscoreale e tutti incensurati.

Sembra che si siano rifatti al film di Totò ‘La banda degli onesti’ con lo stesso Totò, Peppino De Filippo e Giacomo Furia quando spacciano la banconota, proprio in un bar che fungeva anche da  tabaccheria, con il principe della risata che alla fine compra una saponetta perché i sigari toscani non ci sono.

I tre minori sono stati denunciati per tentata spendita di banconote falsificate e sono stati poi affidati ai loro genitori.

 

GISPA

 

Precedente Presentata la sedicesima edizione del Premio Sirena d'Oro Successivo Sulla via che collega il Porto con il centro cittadino ennesimo incidente stradale