Batterie sottratte e l’azienda lo licenzia

Operaio della Sarim si era giustificato che quella della sua auto non andava e perciò ne aveva prese tre

 

Vico Equense – Un operaio della Sarim sottrae delle batterie giustificandosi che quella della sua auto non andava e perciò ne aveva prese tre ma l’azienda lo licenzia su due piedi.

Questa giustificazione non è andata giù agli agenti della Polizia Municipale di Vico Equense quando lo ha fermato ed hanno trovato le tre batterie nel bagagliaio della sua Renault Clio, poi avvertirono l’azienda che si occupa della differenziata a Vico Equense e Meta, e fu licenziato in tronco.

Ma da un lato poteva essere anche un furto, poi è entrato in ballo il Tribunale di Torre Annunziata perché il dipendente era ricorso al Giudice del Lavoro per la sospensione in via cautelare dal lavoro. Così si mette in moto la macchina giudiziaria che però gli da esito negativo, perché conferma il provvedimento che l’azienda ha emesso nei confronti del suo ex dipendente.

Tutto si rifà all’ottobre del 2017 quando l’uomo, sempre come lui ha riferito, vide che la batteria della sua auto zoppicava ed allora ne prese tre esauste, per precauzione, dal cassone scaricabile del centro di raccolta dove lui lavorava, ma dopo le avrebbe restituite.

GISPA

Precedente Dedicata agli armatori costieri l’Agenda Sorrentina 2019 Successivo In concerto a Sorrento Enzo Gragnaniello e Solis String Quartet