Campania, l’Eav pioniere per il “fondo nuove competenze”

500 persone coinvolte, 14 percorsi formativi personalizzati con 56 mila ore di formazione da erogare in 90 giorni in smart working. Un milione di euro investiti e recuperati

Questi i numeri dell’accordo, il primo nell’ambito del TPL campano e tra i primi a livello nazionale, che EAV e tutte le OOSS campane hanno siglato il 23 dicembre 2020 per avviare il percorso per accedere al “fondo nuovo competenze”, il nuovo strumento emanato dal Governo per sfruttare le opportunità derivanti dall’accesso massiccio al lavoro agile con la pandemia.

Un articolato piano che deve essere approvato dalla Regione Campania e dall’ANPAL e sarà operativo già nei primi mesi del 2021.

I percorsi formativi saranno dedicati al potenziamento delle competenze digitali di base per poter affrontare anche le sfide della nuova organizzazione del lavoro pone con il lavoro agile.

Resta invece ancora sul tappeto invece il tema, con il passaggio di competenza ad ANSF, della formazione dei lavoratori diretti (personale viaggiante, operai, ecc), che vale 3-5 milioni di euro. Dalla assunzione alla immissione in servizio operativo in autonomia passano dai 6 ai 12 mesi. In questa fase pandemica il tema è diventato ancora più complesso sia dal punto di vista economico che organizzativo.