Carlo Ancellotti, cena raffinata in costiera

Dopo aver gustato tanti cibi prelibati di varie cucine non voleva perdersi quella della costa delle sirene

Risultati immagini per Torre del Saracino di Vico Equense
Torre del Saracino di Vico Equense

 Vico Equense – Qualche ora di libertà per Carlo Ancellotti che l’ha voluta passare in costiera con una cena raffinata per gustare i cibi prelibati peninsulari dopo averne gustato tanti di varie cucine.

Così non ci ha pensato su ed accompagnato dalla moglie Mariann, ha preso la via del’autostrada che dalla città partenopea porta verso la statale sorrentina, dove si è fanno venire a prendere poiché non conosceva il tragitto che porta verso la penisola sorrentina.

Si è fermato a cena Gennarino Esposito alla Torre del Saracino di Vico Equense, per una cena in compagnia di altri chef stellati, Ilario Mosconi e Antonio Santini.

Un uomo che ha nel cuore la cucina della sua terra, quella emiliana, dove si producono il prosciutto, il culatello, la coppa ed il lambrusco, un buongustaio che qui non si è tirato indietro assaggiando dalla crocchetta di stoccafisso e patata alla cialda con il ragù di sconcigli, dalla spugna di genovese alla zuppetta di granseola, dalla triglia fritta non fritta al risotto con pomodoro con limone e calamaretti, e per finire ha gustato anche il fiordilatte del Cilento.

 

GISPA

 

Precedente Al via il premio Borgo Albori 2018 a Vietri sul mare Successivo Notte di musica, balli e cocaina: spacciatore arrestato nella movida di Capri