CC Nas, alimentari senza rintracciabilità sequestrati

A Sorrento in un campeggio ed a Ananacpri in un attività ristorativa di una struttura alberghiera

 Immagine correlata

Costa delle sirene – I carabinieri dei Nas hanno sequestrato alimentari senza rintracciabilità, a Sorrento in un campeggio ed a Ananacpri in un attività ristorativa di una struttura alberghiera.

L’operazione che rientra in una dettagliata cornice di servizi preventivi è avvenuta tra la metà del mese di luglio ed in quello di agosto, il tutto sotto il coordinamento del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli e dal Comando Tutela per la Salute di Roma.

I militari dell’Arma hanno effettuato una serie di ispezioni igienico sanitarie nelle zone notoriamente a vocazione turistica, per assicurare un’estate tranquilla nei settori di competenza, e nella città partenopea i Nas napoletani hanno controllato un cosiddetto ‘gruppo appartamento per anziani’, sito nel centro ed hanno sequestrato circa 20 chili di alimenti che sono stati trovati in cattivo stato di conservazione.

Nella Città del Tasso, i militari dei Nas sono entrati in un campeggio in via Capo ed hanno proceduto all’ispezione igienico-sanitaria e strutturale, alla fine di questa loro verifica hanno sequestrato amministrativamente circa un quintale di derrate alimentari varie, giacché erano prive di indicazioni relative alla rintracciabilità.

Sull’isola azzurra, e precisamente nell’amena Anacapri, si sono imbattuti in una nota struttura alberghiera, nella sua attività ristorativa e, sempre in questo ambito di ispezioni igienico sanitarie, hanno anche qui effettuato un sequestro amministrativo: 500 chilogrammi di prodotti alimentari rinvenuti senza nessuna indicazione utile a garantirne la loro rintracciabilità.

Infine a Bacoli, dopo aver effettuato un precedente accesso, alla fine di indagini ed analisi della documentazione acquisita in quell’occasione, i Nas, alle competenti autorità, hanno segnalato un dipendente di uno stabilimento balneo-termale che esercitava l’attività di fisioterapista in assenza di titoli abilitativi.

GISPA

Precedente Torre Annunziata, volgono al termine i lavori di dragaggio del porto Successivo Vico Equense, si alla nascita di piazza Siani