Costiera caos viabilità, autisti SITA annunciano sciopero contro Sindaci: «Hanno deciso di farci “morire” nel traffico»

Lo sciopero è stato proclamato per quattro ore, dalle 9 alle 13 di sabato 11 maggio, con rispetto delle fasce di garanzia così come previsto dalla legge

Lo avevano annunciato e, di fronte all’immobilismo relativo alla situazione traffico in Costiera Amalfitana, le sigle sindacali FIT-Cisl e Uil Trasporti hanno proclamato la prima azione di sciopero. Gli autisti e gli operatori del trasporto pubblico Sita Sud hanno annunciato di incrociare le braccia «contro i Sindaci, Anas e Prefettura che non hanno il coraggio di individuare soluzioni per alleviare il traffico, il transito di bus turistici, le vetture in sosta vietata ed altre problematiche più volte segnalate».

«Tanti gli incontri andati a vuoto – si legge da una nota trasmessa agli organi di stampa -, nonostante la buona volontà di Prefettura ed Anas, di proporre soluzioni da noi individuate, come il senso unico, la prevenzione, i controlli etc».

I dipendenti Sita puntano l’indice contro quei sindaci (una sparuta minoranza) «schiavi delle lobby, hanno deciso di farci letteralmente morire nel traffico. Quello che si è visto nei giorni scorsi è inaccettabile, scene di ordinaria follia riprese da tutto il mondo hanno fatto il giro di tutti i social, le 9400 firme non hanno scosso nessuno».

«A questo punto non ci resta che scioperare e manifestare contro la politica impotente ed egoista» si legge.

Lo sciopero è stato proclamato per quattro ore, dalle 9 alle 13 di sabato 11 maggio, con rispetto delle fasce di garanzia così come previsto dalla legge.

Fonte ilvescovado.it