In costiera è festa con ‘E VIVA il mare’

Un weekend  il 16 e il 17 giugno per far amare questa distesa blu in tutto e per tutto

 Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Costiera sorrentina – Un weekend,  il 16 e il 17 giugno, con la festa con ‘E VIVA il mare’ in costiera, per far amare questa distesa blu in tutto e per tutto.

Un bene prezioso che è il mare che deve essere posto all’attenzione delle istituzioni ed alla sensibilizzazione di un numero sempre crescente di cittadini: perciò che ‘La Grande Onda’ con il patrocinio dei sei comuni della costiera, ha organizzato la II edizione di ‘E VIVA il mare’, una manifestazione  promossa per educare l’opinione pubblica quanto l’azione individuale e della collettività possa incidere sulla tutela della risorsa mare.
La novità della seconda edizione di ‘E VIVA il mare’ è che gli eventi e le manifestazioni interesseranno tutta la costa da Massa Lubrense a Vico Equense: una vera e propria festa del mare con numerose attività previste sia da terra che da mare e messe in campo da ‘La Grande Onda’ proprio per accrescere il senso di appartenenza all’elemento mare e dunque al suo rispetto. Fitto il calendario di appuntamenti tra sabato e domenica prossimi: sarà possibile perlustrare i fondali marini in compagnia di un biologo, effettuare un’immersione subacquea con l’assistenza di diving professionisti, approfondire la conoscenza dei gloriosi trascorsi della marineria e della cantieristica sorrentina, partecipare a laboratori didattici ed artistici, effettuare passeggiate in mare con canoe e gozzi sorrentini per godere (senza inquinare) della bellezza delle coste della penisola.
Tra gli impegni proposti, è inoltre prevista la pulizia di un arenile pubblico, l’apposizione di cartellonistica informativa sui tempi di biodegradabilità dei rifiuti e la visita guidata all’impianto di depurazione di Punta Gradelle, la cui entrata in funzione ha reso possibile l’ottenimento delle recenti Bandiere Blu. Un gazebo informativo infine veicolerà materiale didattico informativo in difesa dell’ambiente marino e del suo habitat.

In questa festa anche i disabili potranno partecipare ad alcune attività che sono state pensate per essere fruibili, e tutto questo è stato reso possibile in seguito all’azione promossa dal comitato di Spiaggia superabile, di cui La Grande Onda è stato promotore.

 

GISPA

 

Precedente Rischia di scoppiare l'aorta Successivo Alle lezioni del professor Franco Corcione chirurghi dalla Cina