Costiera sorrentina, balneazione ok per Meta e Sant’Agnello

L’Arpac aveva rilevato nei dati delle analisi dei giorni scorsi che nelle zone della Marina del Purgatorio e di Marina di Cassano, ricadente nel territorio santanellese, la presenza di enterococchi intestinali oltre la soglia imposta dalla normativa

Redazione – In costiera sorrentina la balneazione ok per Meta e Sant’Agnello.

L’Arpac aveva rilevato nei dati delle analisi dei giorni scorsi che nelle zone della Marina del Purgatorio e di Marina di Cassano, ricadente nel territorio santanellese, la presenza di enterococchi intestinali oltre la soglia imposta dalla normativa.

Per quel che riguardava lo specchio d’acqua della spiaggia di Caterina, alla Marina di Cassano, l’Agenzia regionale per la protezione ambientale aveva ha indicato non balneabile e così il sindaco Antonino Coppola ha dovuto firmare l’ordinanza che imponeva lo stop ai tuffi.

Per la zona del Purgatorio invece la stessa agenzia aveva stati solo “sconsigliati” i tuffi poiché un secondo prelievo eseguito a pochi minuti di distanza ha dato esito negativo.

Poi due giorni fa l’Arpac ha effettuato altri due prelievi e le analisi hanno dato esito negativo, così i primi due cittadini ora possono revocare i loro divieti.

Quello che resta solo a punta San Francesco, nel territorio di Sant’Agnello, per la classificazione della zona classificata come di “scarsa” qualità da Arpac in base ai controlli eseguiti negli ultimi quattro anni.

GiSpa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.