“Drogata e violentata a Capri”: la denuncia di una turista francese

Inchiesta coordinata dalla Procura di Napoli, acquisiti filmati delle telecamere

foto

Una turista francese di 33 anni sarebbe stata violentata a Capri dopo essere stata drogata attraverso l’assunzione della cosiddetta polverina dello stupro. Il fatto è stato denunciato alcune settimane fa ma la notizia, tenuta riservata dagli inquirenti, si è appresa solo adesso attraverso informazioni raccolte presso fonti della Procura di Napoli. A riportarla sono alcuni giornali tra cui il quotidiano Il Mattino.
“Drogata con la polverina dello stupro – scrive il giornale -, poi abusata. Tutto in una notte, in una suite di Capri, al centro del bel mondo vacanziero. È accaduto una ventina di giorni fa, almeno secondo quanto emerso da una denuncia firmata da una turista francese, una manager di 33 anni per un’azienda di alta moda, da anni habituè nella perla del Tirreno. Drogata e violentata all’interno di una suite di un albergo di lusso nell’isola azzurra. Ed è la stessa donna a puntare l’indice contro il suo presunto aggressore, un cittadino americano. Il fatto sarebbe accaduto alcune settimane fa, durante una vacanza sull’isola. Anche in questo caso, lo stupro sarebbe avvenuto dopo aver reso inerme la donna, grazie a un cocktail micidiale di alcol e di una sostanza che viene sciolta nel bicchiere e che rende impossibile qualsiasi forma di reazione”.
“Una volta ripreso possesso della propria coscienza, la turista francese – si legge sul Mattino – si è rivolta in commissariato a Capri, con una denuncia corredata da alcuni elementi di riscontro. Immediato è scattato il protocollo previsto per i casi di violenza sessuale, con tanto di tampone per attestare l’avvenuta violenza, ma anche per recuperare tracce della sostanza chimica che sarebbe stata sciolta nell’alcol. Inchiesta coordinata dal pm Barbara Aprea, magistrato in forza al pool reati contro le fasce deboli Raffaello Falcone, al lavoro polizia e carabinieri. Acquisite in questi giorni le immagini dal sistema di videcontrollo interno e esterno all’hotel, dalle quali emerge con chiarezza che la donna al momento dell’ingresso nella struttura era a stento in grado di camminare. Barcollava, al termine di una nottata in compagnia di amici, in cui si era bevuto molto”.
La Procura è intenzionata a cristallizzarre le prove e potrebbe a breve convocare la francese e l’americano, nel frattempo rientrato negli Usa, per un incidente probatorio.

 

Fonte caprinews.it

Precedente Fermato ad Ischia scafista tunisino Successivo Tassista aggredisce due turisti ad Amalfi: Comune gli revoca licenza per 10 giorni