‘Generazione Gomorra’ e baby gang: discussione

Si terrà nella cornice dell’auditorium dell’istituto superiore Vittorio Veneto di Scampia

 

 Immagine correlataNapoli – Arturo ha l’età giusta per andare a scuola, giocare a pallone e uscire con gli amici.

Ma scontrarsi con la Generazione Gomorra non è facile nemmeno per gli adulti, e davanti a quest’ondata di odio e violenza insensata non può che subire un’amara umiliazione. Alla luce degli ultimi eventi che hanno acceso una lunga fila di dibattiti a riguardo, un gruppo di esperti di diversi settori si incontrano per scambiare opinioni con gli studenti ed interpretare il fenomeno crescente delle baby gang, gruppi di adolescenti ispirati dalla nuova mitologia criminale ed esaltata dalle maggiori produzioni nazionali. Nella cornice dell’auditorium dell’istituto superiore Vittorio Veneto di Scampia, la giornalista Maria Elefante di Famiglia Cristiana modererà un incontro  specifico su questo tema delicato e presente. Si avrà modo di ascoltare la voce della professoressa Olimpia Pasolini, preside dell’Istituto e convinta sostenitrice della lotta a realtà emergenti di questo calibro in difesa della buona educazione. Il direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Rizzolo che sottolineerà la volontà di mantenere viva l’attenzione sulla problematica attraverso le pagine del settimanale. L’assessore alla Cultura, Turismo e Sport del Comune di Pozzuoli, Maria Teresa Moccia di Fraia, che denuncerà il medesimo fenomeno legato al suo territorio. L’avvocato Angelo Pisani, autore del libro “Luci a Scampia”, ex presidente della circoscrizione di Scampia, che da tempo denuncia l’impatto negativo sui ragazzi della serie Gomorra. Interverrà inoltre Raffaele Auriemma, scrittore, telecronista per Mediaset Premium e conduttore radio tv. In conclusione ci sarà la testimonianza della professoressa Maria Luisa Iavarone, mamma di Arturo, che prima dell’incontro sarà in Tribunale per l’incidente probatorio inerente all’aggressione del figlio. Gli attori napoletani Gigi & Ross, volti noti tra i ragazzi, faranno un saluto agli studenti.

Precedente Accordo Confapi Scuole Campania-UniSOB per formazione e lavoro Successivo La neve imbianca il Monte Faito, il Vesuvio ed Ischia