Grande attesa a Pompei per la Supplica alla Madonna del Rosario

In programma mercoledì 8 maggio 2024, sono attesi migliaia anche di fedeli dall’estero, mentre lunedì 6 maggio, alle 18, in occasione del 85° anniversario della Dedicazione della Basilica, ci sarà la discesa del Quadro, con la recita del santo Rosario

Redazione – C’è grande attesa a Pompei per la Supplica alla Madonna del Rosario.

In programma mercoledì 8 maggio 2024, sono attesi migliaia anche di fedeli dall’estero, mentre lunedì 6 maggio, alle 18, in occasione del 85° anniversario della Dedicazione della Basilica, ci sarà la discesa del Quadro, con la recita del santo Rosario

Martedì 7 maggio, alle 20, inizierà, invece, la veglia di preghiera che accompagnerà i pellegrini fino alle 24, quando comincerà la solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta dall’Arcivescovo, Monsignor Tommaso Caputo.

In occasione del centenario della morte della Contessa Marianna De Fusco, che assieme al Beato Bartolo Longo fondò il Santuario e le Opere di Carità, a presiedere la santa Eucarestia e la Supplica sarà Monsignor Giuseppe Favale, Vescovo di Conversano-Monopoli, diocesi che le ha dato i natali.

Al rito solenne, che avrà inizio alle 10.30 con la santa Messa e terminerà con la recita della Supplica, parteciperanno numerosi fedeli di Monopoli e alcuni familiari della Contessa.

La preghiera avrà luogo, come ogni anno, sul sagrato della Basilica e sarà trasmessa in diretta televisiva, a partire dalle 10.30, da Tv2000, l’emittente della CEI (canale 28 DDT, 157 Sky e 18 Tivùsat), e da Canale 21, la tv campana che da oltre trent’anni segue gli eventi e le celebrazioni del Santuario.

Recitata solennemente l’8 maggio e la prima domenica di ottobre, la Supplica alla Beata Vergine del Rosario di Pompei è stata composta nel 1883 dal fondatore della Nuova Pompei, del Santuario e delle Opere di Carità, il Beato Bartolo Longo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.