Il temporale non ferma il Costa d’Amalfi

I costieri battono con una doppietta di Massa un coriaceo San Cataldo in una gara fisica e giocata a viso aperto con i lucani che hanno dato del filo da torcere ai locali che hanno sfoderato tanta grinta vincente

Foto di Michele Abbagnara tratta dalla pagina di Facebook di FC Costa d’Amalfi 

Redazione – Il temporale non ferma il Costa d’Amalfi.

I costieri battono con una doppietta di Massa un coriaceo San Cataldo in una gara fisica e giocata a viso aperto, con i lucani che hanno dato del filo da torcere ai locali che hanno sfoderato tanta grinta vincente.

In palio, per due squadre che sono state protagoniste nei loro rispettivi campionati di Eccellenza, un’importante posta: l’ascesa alla serie D, e nella semifinale di andata, al ‘San Martino’ si sono date ‘battaglia’ sotto l’inclemenza del tempo che non ha frenato i numerosi tifosi, anche il buon numero di quelli arrivati da Bella, la cittadina della squadra lucana.

La squadra di mister Proto è scesa in campo orfana di Vuolo, squalificato, e di Tagliamonte, squalificato, ma questo non ha impedito ai suoi uomini di mette in campo grinta ed agonismo, dopo un avvio titubante. Che poi è scemato con il passare dei minuti ed aver corso qualche pericolo da parte degli ospiti. Il protagonista della giornata è stato il difensore Francesco Massa che cono due colpi di testa da due calci d’angolo metteva il sigillo all’incontro, dopo il momentaneo pareggio di Elias Celli.

Una vittoria importante ma per la squadra del presidente Nicola Savino non c’è tempo per distrarsi, infatti i suoi calciatori saranno impegnati, nel prossimo weekend, nella gara di ritorno allo stadio comunale di Bella (Pz). La squadra che passerà il turno affronterà la vincente del doppio confronto tra Vigor Lamezia e Bisceglie.

GiSpa