Con la canzone Caruso’ Commiato a Francesco Maresca

Era deceduto con la fidanzata Anna Donzelli il 1° agosto scorso sull’autostrada Napoli-Milano

 

Foto tratta dal diario di Facebook di Anna Donzelli

Redazione – C’è stato il commiato a Francesco Maresca con la canzone ‘Caruso’  che era deceduto con la fidanzata Anna Donzelli il 1 agosto scorso sull’autostrada Napoli-Milano.

Erano all’altezza di San Cesareo, comune della Città Metropolitana di Roma, quando stavano tornado nella Capitale dalla loro vacanza, si erano fermati per un guasto alla macchina e sono stati investiti in pieno da un’altra.

Un commiato accompagnato sia dalle note del sassofono con il quale si esibiva, che da poesie, riflessioni e musica, così si sono ritrovati nella sede della facoltà di Lettere e Filosofia de l’università La Sapienza di Roma, parenti ed amici di Francesco, che aveva studiato presso il Saint Louis College di Roma ed era un giovane che poteva fare molta strada nella musica italiana.

Le note di pianoforte, di violino, del contrabbasso, della chitarra e del sassofono, hanno accompagnato i feretri di Francesco Maresca di Anna Donzelli, ma anche quelle note, cantate da un’amica dei giovani, della famosa canzone che Lucio Dalla scrisse in un famoso albergo sorrentino, ‘Caruso’.

Due giovani che avevano tanta voglia di vivere ed avevano tanta sensibilità ed umanità, ma che hanno lasciato ai loro amici e agli studenti romani dell’università la loro personalità ed i loro pensieri.

Alla fine gli è stato tributato un lungo applauso.

 

GISPA

Precedente Rosa Porzio ha lottato ma non ce l’ha fatta Successivo Piano, per la sicurezza754mila euro