L’Asl Napoli 3 Sud replica al Tribunale del Malato

E rimarca che il servizio di oncologia dell’ospedale di Sorrento non chiude

 

Risultati immagini per Tribunale per i diritti del malato
Tribunale per i diritti del malato

 Redazione – L’Asl Napoli 3 Sud risponde al Tribunale del Malato e rimarca che il servizio di oncologia dell’ospedale di Sorrento non chiude.

È stata inviata dal direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Antonietta Costantini, una lettera sia al ministro della Salute Giulia Grillo, che alle assemblee territoriali Penisola Sorrentina ed al presidente della Giunta Regionale della Campania Vincenzo De Luca, che questo servizio resterà attivo.

La botta fu data da alcuni cittadini e fecero attivare il Tribunale del Malato della Penisola Sorrentina perché il servizio di oncologia chiudeva per le ferie dell’unica dottoressa che era in servizio. La risposta si è avuta a stretto giro di posta dall’Asl Napoli 3 Sud perché nella lettera si rimarca con fermezza che “…Il servizio di oncologia del presidio ospedaliero di Sorrento non chiude e non chiuderà mai. L’incomprensibile annuncio fatto dal Tdm ha creato allarme nei nostri cittadini più fragili.” Nella stessa missiva il direttore generale dell’Asl mette in risalto che si è danneggiata l’immagine dell’Azienda che sta tentando di avere un rapporto di fiducia con i cittadini e che il Tdm, aveva avuto dallo stesso direttore medico di presidio Luigi Esposito forti rassicurazioni verbali di non sospensione del servizio, nonostante la carenza del personale durante il periodo estivo.

Sperando che tutto si risolva per il meglio poiché questi cittadini che devono avere bisogno un certo tipo di cure non debbano andare in altre strutture anche fuori penisola.

 

GISPA

Precedente Eav, record funivia Faito e costone bonificato Successivo Cernie salvate, erano intrappolate nella rete fantasma