Mister Guarracino è stato riconfermato

In molti se l’aspettavano perché dopo una incredibile rimonta e qualche tempesta è arrivato in porto con la sua nave e la sua ciurma

L'immagine può contenere: 5 persone, persone che sorridono, persone in piedi e vestito elegante
Foto tratta dal diario di Facebook del Sorrento 1945

Sorrento – In molti se l’aspettavano ed è arrivata la riconferma di mister Guarracino perché dopo una incredibile rimonta e qualche tempesta è arrivato in porto con la sua nave e la sua ciurma.

I fatti gli hanno dato ragione ed ecco che dopo due anni nel tentativo di ritornare nel calcio che conta, al Sorrento al terzo riesce nell’impresa e con un suo ex calciatore che vi giocò dal 1991 al 1998, tranne che nel 1992-93, e poi ancora dal 2000 al 2002. Un uomo, che possiamo dire bene, che già conosceva l’ambiente rossonero e che nella stagione da poco trascorsa, ha costruito la squadra con atleti scelti per la maggior parte da lui, ha centrato un obiettivo che forse da un lato non era quello prefisso ma che poi coinvolti nella bailamme, con tutta la sua grinta immessa anche verso i suoi giocatori, si ci è buttati dentro fino alla fine. E la soddisfazione, anche se arrivata con qualche patema d’animo, c’è tutta per aver centrato l’obiettivo della promozione ma soprattutto di aver riportato il nome del Sorrento e di Sorrento nel calcio che conta.

Ed allora maggior premio per lui non poteva essere che la sua riconferma alla guida della squadra rossonera che ora giocherà in Serie D, che ora deve cercare di trattenere qualche pedina esperta, immettendone qualche altra, e poi anche qualche buon under affiancandone qualcuno di buone prospettive.

Una riconferma scontata ma divenuta ufficiale dopo il summit dirigenziale svoltosi nella serata del 30 maggio all’hotel Michelangelo di Sorrento. Unanime la piena fiducia nel tecnico sorrentino, da parte del presidente Cappiello e dai main sponsor Ronzi, Di Leva e Durante, per dar seguito al progetto di rinascita e crescita del club capofila del calcio in Penisola.

 

GISPA

 

Precedente Medea Art il weekend: Palazzo Donn’Anna, Basiliche Paleocristiane e Lago d’Averno Successivo Si schianta19enne contro pilastro, morto sul colpo