È morto dopo la sostituzione di una protesi all’anca, è autopsia

Accadde all’ospedale di Sarno ed ora sulla salma di Andrea Ferraro essa stabilirà le cause

 Immagine correlata

Vico Equense – Accadde all’ospedale di Sarno che muore dopo l’operazione per la sostituzione di una protesi all’anca ed ora l’autopsia sulla salma di Andrea Ferraro che stabilirà le cause.

Il 63enne di Vico Equense dopo aver girovagato dapprima nel nosocomio sorrentino e poi quello vicano, fu trasferito in quello di Sarno, il Villa Malta perché vi è un reparto di eccellenza ortopedica e lì doveva essere operato all’anca perché si era rotta a causa di una caduta accidentale presa in via Raffaele Bosco dove fa incrocio con Via Fontanelle.

Così fu portato dalla costiera nell’agro per essere sottoposto a questa operazione all’anca e dopo che uscì dalla sala operatoria nella notte seguente si susseguirono atroci dolori e molta perdita di sangue, e gli fu data solo attenzione dopo che la situazione stava precipitando, come ha raccontato la moglie Concetta Gargiulo nella denuncia che ha sporto ai carabinieri della stazione di Sarno.

Da qui partì l’esposto a firma da parte della moglie Concetta Gargiulo e del figlio Giuseppe per il tramite del loro legale di fiducia, l’avvocato Lucia Pilar De Nicola.

Ma ora la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ha stabilito che sulla salma sarà effettuata l’autopsia ed ha assegnato a un medico legale l’incarico di esaminarla, che dovrà chiarire se ci sono delle responsabilità da parte dei tre medici che attualmente sono sotto inchiesta.

La moglie ed il figlio del 63enne hanno provveduto da parte loro a nominare un consulente che dovrà assistere all’autopsia, mentre le sorelle del deceduto con ogni probabilità potrebbero agire anche loro così. Si vuole arrivare a sapere qual è la verità che ha portato alla morte il loro congiunto.

 

GISPA

 

Precedente A Cetara lo spettacolo "Keteia" chiude la rassegna "Teatri in Blu" Successivo Patto tra Comuni per sicurezza del Faito