Napoli dominatore ma sciupone

Gli azzurri contro la Roma mostrano un volto a due facce: quello della prima frazione in cui sono concentrati, mostrano ferocia agonistica e sono aggressivi, costruiscono ma non edificano, quello della seconda dove subiscono il vantaggio, barcollano ma ribaltano, ancora falliscono il bersaglio clamorosamente ed i giallorossi pareggiando e ringraziano

Foto tratta dalla pagina di Facebook di Victor Osimhen

Redazione – Napoli dominatore ma sciupone.

Gli azzurri contro la Roma mostrano un volto a due facce: quello della prima frazione in cui sono concentrati, mostrano ferocia agonistica e sono aggressivi, costruiscono ma non edificano, quello della seconda dove subiscono il vantaggio, barcollano ma ribaltano, ancora falliscono il bersaglio clamorosamente ed i giallorossi pareggiando e ringraziano.

In sintesi una gara in cui la squadra di Calzona offre una prestazione di un buon livello, ma la fretta nei metri finali ed il non essere sincronizzati in difesa, sono stati i ‘peccati’ che hanno portano ad un immeritato pareggio.

Pellegrini da due passi mette alto, Juan Jesus mette oltre la traversa. Gara a viso aperto ma è un Napoli quadrato ed ordinato che non lesina di voler andare in vantaggio: palla di Osimhen e Svilar respinge, Anguissa davanti all’estremo giallorosso calcia malissimo, Kvara fermato in angolo e poi palla a giro che Svilar volando mette in angolo.

Roma più decisa nella ripresa: El Shaarawy in rovesciata mette alto. Gli risponde Lobotka solo davanti a Svilar e lo esalta. Juan Jesus colpisce Azmoun ed è rigore che non erra Dybala. Cinque minuti dopo Oliveira riporta tutto in parità grazie anche alla deviazione di Kristensen. Il Napoli lotta con il coltello tra i denti (creando ottime occasioni da gol: Osimhen, Kvara e Ngonge) e ribalta grazie al rigore di Osimhen per un fallo su Kvara.

La Roma si conferma spietata sui calci piazzati ed il Napoli conferma la sua fragilità nel gioco aereo così impatta Abraham. Chiude Rrahmani su cui deve intervenire Mancini.

NAPOLI – ROMA  2-2

Reti: 59′ rig. Dybala (R), 65′ Olivera (N), 84′ rig. Osimhen (N), 89′ Abraham (R).

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera; Anguissa, Lobotka, Cajuste (69′ Traore, 88′ Ostigard); Politano (70′ Ngonge), Osimhen, Kvaratskhelia (86′ Raspadori)

A disp: Contini, Idasiak, Natan, Mario Rui, Mazzocchi, Ostigard, Lindstrom, Dendoncker, Simeone. Allenatore: Calzona.

ROMA (4-3-3): Svilar; Kristensen (86′ Baldanzi), Mancini, Ndicka, Spinazzola; Bove (69′ Renato Sanches), Cristante, Pellegrini; Dybala, Azmoun (69′ Abraham), El Shaarawy (61′ Angelino).

A disp: Rui Patricio, Boer, Huijsen, Celik, Aouar, Baldanzi, Zalewski, Pagano, Joao Costa.

Allenatore: De Rossi.

ARBITRO: Sozza di Seregno.

NOTE: giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 45mila circa.

Ammoniti: Rrahmani, Anguissa. Angoli: 9-2. Recupero: 1′ pt, 5′ st.

GiSpa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.