Napoli mai domo e doppietta di Osimhen

Gli azzurri vano sotto di due reti contro il Leicester, se non fosse stato per le solite ingenuità commesse, nonostante una gara da incorniciare per il gioco espresso ma poi battono cassa e ci pensa il nigeriano a battere Schmeichel

Foto tratta da loschema.it

Redazione – Una Napoli mai domo e un doppio Osimhen danno scacco matto agli inglesi.

Gli azzurri vano sotto di due reti (Perez e Barnes) contro il Leicester, se non fosse stato per le solite ingenuità commesse, nonostante una gara da incorniciare per il gioco espresso ma poi battono cassa e ci pensa il nigeriano a battere Schmeichel.

Sul suolo inglese gli azzurri non sono stati mai fortunati e spesso sono ritornati a mani vuote, ma stavolta sono restate alla squadra di Rodgers, che oltre alle due fortunate reti ha tirato verso la porta difesa da Ospina solo due volte compresa la rete annullata per fuorigioco di Daka, dopo il Chek del Var.

La squadra azzurra schierata da Spalletti con il 4-2-3-1, inizia con il vento in poppa: Osimhen al 2’

si accentra e lascia partire un tiro di destro che Schmeichel controlla in due tempi, mentre Barnes al 6’ si mangia un gol fatto, perché a tu per tu con Ospina il portiere colombiano devia in corner.

Al 9′ però passano gli inglesi: azione fisica e filtrante con scambio tra Barnes e Iheanacho con palla di ritorno a quest’ultimo che crossa sul secondo palo dove è pronto Perez che al volo batte Ospina. Il Napoli, oggi in completo rosso, non si prede d’animo ed inizia a trovare il bandolo della matassa per scioglierla, al 16’ la finalizzazione di testa di Fabian Ruiz è respinta dalla difesa. Corre il 25’ ed Osimhen crossa dalla sinistra sul lato opposto per Malcuit, la conclusione dell’esterno destro è fuori. Il nigeriano fa da assistman per Zielinski che calcia di prima intenzione, la palla carambola tra Castagne e Schmeichel e finisce fuori. Al 40′ dagli sviluppi di un angolo battuto da destra la palla viene respinta dalla difesa del Leicester, finisce a Insigne che prova a piazzarla, tiro fuori di un soffio. In vista ancora Osimhen al 41’ la cui zampata finisce però fuori, al 44’ Lozano incorna bene, Schmeichel ha un gran riflesso e dice di no.

I ragazzi di Spalletti ripartono nel secondo tempo da dove avevano lasciato ovvero attaccando costantemente l’avversario. Al 5’ Insigne serve Lozano con una palla tagliata al centro dell’area. Il messicano di controbalzo colpisce il pallone, blocca Schmeichel.

Ancora senza fare chissà che, il Leicester che dopo essersi visto annullato il raddoppio dal Var per il fuorigioco di Daka, lo realizza al 19’: contropiede con Iheanacho che recupera palla e vede il taglio di Barnes che punta l’area del Napoli e lascia partire un diagonale che Ospina non può parare.

Gli azzurri stavolta restando impassibili accorciano le distanze al 24′ con Osimhen: azione in percussione del Napoli con l’attaccante nigeriano che riesce ad insinuarsi in area di rigore ed a battere Schmeichel con un morbido pallonetto. Spalletti opera altri cambi che si rivelano letali per la squadra di Rodgers, specialmente Elmas, che ci prova al 35’ dopo un bel dribbling ma la sua conclusione viene respinta da Schmeichel.

Il meritato pareggio arriva al 42′ con Osimhen: Politano lavora un buon pallone sulla destra, rientra sul sinistro e mette dentro un pallone morbido che l’ex Lille raccoglie in cielo e di testa batte Schmeichel.

LEICESTER-NAPOLI 2-2

Goals: 9’pt Perez (L), 19’st Barnes (L), 24’st e 43’st Osimhen (N).

LEICESTER (4-3-3): Schmeichel; Castagne, Evans (1’st Soyuncu), Vestergaard, Bertrand; Perez (1’st Tielemans), Ndidi, Soumare (33’st Maddison); Daka (26’st Lookman), Iheanacho (43’st Vardy), Barnes.

A disp: Ward, Amartey, Pereira, Thomas, Albrighton, Choudhury, Dewsburi-Hall.

Allen: Rogers.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Malcuit (39’st Juan Jesus), Rrahmani, Koulibaly, Di Lorenzo; Fabian Ruiz,  Anguissa (39′ st Petagna), Lozano (19′ st Politano), Zielinski (19′ st Elmas), Insigne (29′ st Ounas); Osimhen.

A disp: Boffelli, Idasiak, Manolas, Zanoli. Allenatore: Spalletti.

ARBITRO: Martins (Por).

Espulso: Al 48′ st Ndidi (L) per doppia ammonizione.

Ammoniti: Ndidi, Soumare, Vestegaard, Soyuncu (L); Di Lorenzo, Rrahmani (N).

Angoli: 1-7.  Recupero: 2′ pt, 5′ st.

GiSpa

Precedente Partono i lavori del restyling della stazione della Sant’Agnello (Video) Successivo Piano, indagini in corso dei CC sui furti