Palpeggiò turiste, in custodia cautelare ai domiciliari

Il 39enne porticese lo fece il 29 maggio sul treno della Circumvesuviana  diretto a Sorrento

Redazione – Palpeggiò turiste il 29 maggio sul treno della Circumvesuviana  diretto a Sorrento ed il 39enne porticese è finito in custodia cautelare ai domiciliari. 

Quel giorno era sul treno che partito dalla città partenopea era diretto verso la cittadina costiera e nei vagoni dove c’erano sia il porticese che le due 18enne turiste francesi che erano dirette agli scavi di Ercolano, che in due distinti momenti ebbero le sue avance. Le ragazze però si allontanarono da lui portandosi vicino ad altre persone e ad altri gruppi, e quello che era accaduto non passò inosservato ai carabinieri in borghese che facevano servizio di osservazione sul treno per la prevenzione e repressione di reati predatori.

Subito lo bloccarono e poi  lo portarono in caserma mentre i militari dell’Arma rassicurarono le due giovani e sporsero denuncia e così i carabinieri della Stazione di San Giorgio a Cremano hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa per atti di violenza sessuale. Mentre una terza ragazza che ebbe la stessa sorte da parte dell’uomo già noto alle forze dell’ordine, non sporse nessuna denuncia, nonostante che fu contattata.

 

GISPA

Precedente A Ischia giovani fanno sesso in strada a Ischia: il video finisce sul web Successivo Edilizia, al capo dell'ufficio tecnico del Comune di Capri, ordine di custodia cautelare