Panificio, sigilli per lavoro in nero

Dopo dei controlli effettuati dai carabinieri e dal nucleo ispettorato del lavoro di Napoli

 Meta – Sono stati apposti i sigilli ad un panificio per lavoro in nero dopo dei controlli effettuati dai carabinieri e dal nucleo ispettorato del lavoro di Napoli, con l’obiettivo di dare scacco matto al lavoro sommerso.

Vi lavoravano ben sette persone ma sei erano in nero e così nell’esercizio, sito quasi a piazza Vittorio Veneto, che era gestito da un uomo originario di Torre Annunziata e già noto alle forze dell’ordine, i militari dell’Arma della stazione di Piano di Sorrento hanno apposto i sigilli al locale che è stato chiuso.

Il gestore dell’attività, che è stata sospesa, è stato denunciato per impiego di lavoratori non in regola e sono state elevate sanzioni per 74mila euro.

 

GISPA

 

Precedente Incidente in mare nella notte a Capri: su un gommone due feriti, gravissimo lo skipper Successivo Sorrento, gli Yellowjackets al Lemon Jazz