Ricorso presentato da Marina Lobra srl, inammissibile dal TAR Campania

Il Comune di Massa Lubrense ha avuto la meglio

 

Massa Lubrense – Il Comune ha avuto la meglio davanti al TAR Campania.E’ stato

dichiarato inammissibile il ricorso presentato da Marina Lobra srl contro il

provvedimento di chiusura della Conferenza dei Servizi che aveva bocciato il project

financing relativo ai lavori di ristrutturazione dell’area portuale di Marina Lobra.

La prima sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania  di Napoli

con la sentenza pubblicata in questi giorni ha accolto in pieno la pregiudiziale di

inammissibilità formulata dal legale del Comune di Massa Lubrense l’avvocato

Gianvincenzo Esposito.

“Accolgo con favore la sentenza della prima sezione del TAR Campania di Napoli

-afferma  il sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli-  che dichiarando

inammissibile il ricorso presentato da Marina Lobra srl non ha accolto i rilievi

formulati contro la determina di chiusura della Conferenza dei Servizi firmata dal

nostro capo sezione lavori Pubblici l’ ingegnere Antonio Provvisiero.

La Giustizia Amministrativa -continua Lorenzo Balducelli- prima con la bocciatura del

progetto stralcio su Marina della Lobra e oggi con la inammissibilità del ricorso, ha

ripetutamente confermato quanto avevamo detto in Consiglio Comunale quando

siedevamo nei banchi dell’opposizione, quanto abbiamo pubblicamente affermato

nella campagna elettorale e quanto abbiamo stabilito nei provvedimenti adottati sul

progetto di ristrutturazione del porto di Marina Lobra. Tengo a precisare -conclude il

sindaco di Massa Lubrense- che stiamo lavorando con la Regione Campania per

ottenere a Marina Lobra un porto pubblico e non privato che sia realmente un

volano di sviluppo per il turismo e per l’intera economia di Massa Lubrense”.

 

Precedente Massa Lubrense “Camminata tra i casali”: andata e ritorno Sant’Agata Successivo Tra le due costiere Miss Italia curvy Paola Torrente