Sant’Agnello, parte il servizio mensa scolastica con le nuove tariffe rimodulate

L’Assessore Ester De Maio: «Agevolazioni per le fasce deboli, residenti e non,

e per i nuclei numerosi. Sosteniamo le famiglie aumentando la compartecipazione del Comune»

Nella scuola primaria e nella scuola dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo “A. Gemelli” di Sant’Agnello è partito il servizio mensa con le nuove tariffe rimodulate.

«Abbiamo deciso di incontrare genitori e rappresentanti di classe in Sala consiliare per ascoltare dalla loro voce esigenze e richieste, e renderli partecipi delle possibilità e delle decisioni istituzionali – spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Ester De Maio – Nonostante una gara d’affidamento avviata prima dell’insediamento della nuova Amministrazione e costi generali maggiorati, abbiamo lavorato tanto insieme agli Uffici per andare incontro alle necessità dei cittadini. Siamo giunti alla decisione di aumentare considerevolmente la compartecipazione del Comune. Lo consideriamo un modo per sostenere le famiglie del nostro territorio e contribuire a un servizio essenziale per la comunità».

Le nuove tariffe prevedono agevolazioni per le fasce deboli, con ISEE fino a 10mila euro, residenti e non residenti a Sant’Agnello, e per i nuclei familiari numerosi (dal terzo figlio l’agevolazione è pari alla metà del costo base).

«A breve, inoltre, formalizzeremo le Linee guida per portare un’alimentazione sempre più sostenibile anche sui banchi di scuola – conclude l’Assessore Ester De Maio – Una corretta alimentazione, ispirata alla dieta mediterranea, è alla base di uno stile di vita sano, fondamentale da promuovere già dai primi anni, a partire dai luoghi della formazione».