Si “libera” Il Maschio Angioino e apre i suoi portoni

25 aprile e 1 maggio, le aperture straordinarie e i percorsi turistici

 castelnuovo Siano.jpg

Napoli – Il Maschio Angioino si “libera” e apre i suoi portoni con nuove aperture straordinarie: per il lungo ponte del 25 aprile e del 1 maggio 2018 è possibile conoscere le storie e i luoghi occulti di Napoli in compagnia delle associazioni IVI-Itinerari Video Interattivi e Timeline Napoli, in modo innovativo – scegliendo i tour virtuali – e avventuroso – calandosi nei nuovi itinerari avventura -, ma non solo. Dalla mattina al pomeriggio (25 e 29 aprile e 1 maggio dalle ore 10 alle ore 13; il 26-27-28-30 aprile dalle ore 10 alle ore 16), i visitatori potranno accedere a spazi del maniero non sempre accessibili al pubblico, prenotando attraverso IVI e Timeline le seguenti diverse visite guidate tematiche: il “Graal tra storia e mistero”, “Archeologia sottosopra”, “Lucrezia d’Alagno – Il segreto celato”, “La linea del tempo”. Un museo nel museo, che porta alla scoperta di itinerari tematici e una caccia al tesoro per bambini (quest’ultima solo su prenotazione) che si ripropongono come viaggio nel tempo a partire dall’innesto duecentesco del castello.

Percorsi tematici al Maschio Angioino

“Graal tra storia e mistero” è l’itinerario esoterico a cura di IVI Itinerari Video Interattivi che parte dall’Arco di Trionfo, continua nel cortile e arriva alla Sala dei Baroni (o Sala del Trono): qui i visitatori si troveranno a vivere emozionanti avventure all’interno del maniero partenopeo.

“Il segreto celato” è l’esclusiva video visita di IVI con lenti oled, ideata per compiere un viaggio virtuale e vivere sulla propria “pelle” la storia di Lucrezia d’Alagno, la dama preferita di Alfonso d’Aragona che non diventò mai regina eppure ebbe un ruolo essenziale nella storia di Napoli.

“Archeologia sottosopra – In memoria di Ilaria Iodice” è l’ultimo percorso aperto da Timeline Napoli che parte dall’area archeologica, individuando la stratificazione storica del castello, per arrivare a scoprire i falchi e il meraviglioso panorama delle terrazze.

“La linea del tempo” è una visita ideata da Timeline Napoli che per scoprire e approfondire la storia e le leggende del castello, partendo sempre dal sottosuolo per risalire la linea del tempo fino ai giorni nostri.

“Il segreto del Drago” è la caccia al tesoro storica che condurrà i bambini (dai 6 ai 12 anni) alla corte di Alfonso I d’Aragona per scoprire – muniti di mappa e accessori – la vera storia del re, capostipite del ramo aragonese di Napoli, e i segreti a lui legati.

 

Tutte le visite dovranno essere prenotate.

 

Precedente Vittima di una buca killer una donna Successivo Coda sulla statale per la via del ritorno