A Sorrento il ciak a ‘I bastardi di Pizzofalcone 2’

A Marina Grande e per ‘Souvenir, per i Bastardi di Pizzofalcone’ al Grand Hotel Excelsior Vittoria

 

 Risultati immagini per libro i bastardi di pizzofalconeSorrento – La cittadina costiera immortalata in tanti famosi film è ancora una volta sotto i riflettori della macchine da presa e da il ciak a ‘I bastardi di Pizzofalcone 2’ a Marina Grande e per ‘Souvenir, per i Bastardi di Pizzofalcone’ al Grand Hotel Excelsior Vittoria.

Infatti nella marina che fu resa famosa da quel film che ancora oggi è uno dei pilastri della cinematografia italiana, logicamente stiamo parlando di ‘Pane, amore e…’ con Vittorio De Sica e Sofia Loren, sono state girate delle scene di questa seconda serie televisiva tratta dal romanzo di Maurizio De Giovanni. Poi il set cinematografico si sposterà nel Grand Hotel Excelsior Vittoria poiché dello stesso autore del romanzo ‘Souvenir, per i Bastardi di Pizzofalcone’, si gireranno delle scene che riguarderanno l’aggressione nella metropolitana di un americano finito in coma, che era in villeggiatura nella Città del Tasso, nella quale si era recato già in passato, con la sorella e la madre, un’ex diva di Hollywood ora affetta da Alzheimer.

Immagine correlata

Non poteva che essere la Marina Grande lo scenario naturale di questa seconda serie televisiva che ha suscitato non solo molta curiosità ma anche tanto entusiasmo nella prima, che è stata mandata in onda il 9 gennaio dello scorso anno. Il prosieguo delle vicende che si svolgono nel commissariato di polizia di Pizzofalcone che è allo sbando, dove quattro agenti implicati nel traffico di droga sono stati allontanati. Verranno rimpiazzati dagli scarti dei contigui uffici.

Il nuovo vicequestore è Luigi Palma, quarantenne dal temperamento gioviale, un tranquillo divorzio alle spalle ed un interesse esclusivo per il lavoro. Giuseppe Lojacono, allontanato ingiustamente dalla sua Sicilia, è il più brillante tra gli ispettori anche se la sua condizione familiare è deprimente. Francesco Romano e la giovane agente Alessandra Di Nardo sono stati trasferiti a causa dei loro modi troppo rudi: il primo per via della sua violenza, la seconda per la dimestichezza con le armi, mentre al raccomandato Marco Aragona è data l’ultima possibilità di restare in polizia.

Della vecchia squadra di Pizzofalcone sono sopravvissuti solamente l’anziano Giorgio Pisanelli e la quarantenne Ottavia Calabrese, ciascuno con seri problemi familiari: un gruppo accomunato dal fatto di non avere più niente da perdere.

Insomma non hanno neanche il tempo di fare conoscenza, i nuovi investigatori del commissariato di Pizzofalcone. Mandati a sostituire altri poliziotti colpevoli di un grave reato, devono subito affrontare un delicato caso di omicidio nell’alta società. Le indagini vengono affidate all’uomo di punta della squadra, l’ispettore Giuseppe Lojacono, siciliano con un passato chiacchierato ma reduce dal successo nella caccia a un misterioso assassino, il Coccodrillo, che per giorni ha precipitato Napoli nel terrore. E mentre Lojacono, assistito dal bizzarro agente scelto Aragona, si sposta tra gli appartamenti sul lungomare e i circoli nautici della città, squassata da una burrasca fuori stagione, i suoi colleghi Romano e Di Nardo cercano di scoprire come mai una giovane, bellissima ragazza non esca mai di casa, ed il vecchio Pisanelli insegue la propria ossessione per una serie di suicidi sospetti.

Ma i Bastardi del commissariato di polizia di Pizzofalcone stavolta devono imbarcarsi nello sgretolare il gomitolo dell’aggressione di un uomo americano che è stato anche percosso con violenza che è stato trovato in un cantiere della metropolitana partenopea che poi finisce in coma e senza che nessuno sappia la sua identità. Perciò indagando su di lui che spesso veniva nella Città del Tasso in vacanza con la sorella e la madre, un’ex diva di Hollywood ora affetta da Alzheimer, in un albergo storico, loro cercano di trovare la chiave appunto nella cittadina costiera ed in questo hotel. Per cui delle scene di ‘Souvenir, per i Bastardi di Pizzofalcone’ saranno girate, grazie anche all’ok della sensibilità della famiglia Fiorentino, proprietaria del Gran Hotel Excelsior Vittoria, proprio in questo hotel.

Alessandro Gassman (ispettore Lojacono) insieme agli altri elementi della squadra del commissario Luigi Palma (Massimiliano Gallo) indagheranno sotto gli ordini del PM Piras, interpretato dalla intrigante Carolina Crescentini, su questo caso.

GISPA

 

Precedente Si ribalta vettura sulla SS 145 sorrentina Successivo Presentazione a Piano di Sorrento del libro ‘L’alimentazione nella prevenzione del cancro’