Sorrento, numeri al cimitero

La salma esumata non era quella che ci si aspettava di trovare

 

 Immagine correlataSorrento – I familiari credevano che all’esumazione della salma del loro congiunto fosse quella ma invece non lo era e ci sono stati i ‘numeri’ al cimitero con momenti di tensione.

Quando dopo 10 anni, come vuole la prassi, si va al camposanto per dissotterrare la salma e per riporla nella nicchia, ecco che c’è stata la sgradita sorpresa, i parenti che erano tutti sul luogo hanno capito che c’era qualcosa che non quadrava. Nei resti mortali infatti compariva all’altezza dell’anca una protesi metallica, il che non doveva essere così perché il loro congiunto non aveva subito nessuna operazione in quella zona del corpo. Questo li ha messi in agitazione, perché dov’era finita la salma del loro parente? Doveva essere in quella tomba ma non è stato così,  perché dopo che è stata rinvenuta una targhetta, si leggeva il nome di una donna che, invece, risultava sepolta nella tomba precedente. Insomma si è dovuta metter in moto tutta una macchina per far si che si venisse a capo di tutto l’ingarbugliamento. Si è proceduti così a scavare in quest’altra tomba perché forse si pensava ad uno scambio di salme, ma ecco che le sorprese non finiscono mai, perché sotto questa seconda croce non ci sono spoglie. Il che finisce di alzare la tensione, ma l’uomo seppellito deve venire per forza di cose alla luce, e così si pensa di procedere a disseppellire la salma che si trovava alle spalle della prima e finalmente vengono rinvenuti i resti del defunto che si cercava. Insomma a questo punto si sono scatenate le vivaci protesti dei parenti del morto perché in tutti questi anni i fiori ed i lumini portati su questa tomba dove doveva essere sepolto il loro congiunto sono stati ad appannaggio di un altro estinto. Ora se questo è accaduto a queste persone, con ogni probabilità lo potrà essere anche per altre, poiché che come sembra il problema riguarda un’intera fila di tombe, cinque o sei in totale, che risultano tutte traslate di una posizione. Ed allora è giallo, perché di chi è la responsabilità di questi movimenti? Si vedrà, perché è certo che qualche indagine sarà messa in atto. Per ora non c’è stata nessuna denuncia ma probabilmente ci sarà, ed intanto la gente già sta facendo la corsa per giocarsi i numeri al Lotto.

 

GISPA

 

Precedente Un tir va a fuoco sulla Napoli-Salerno Successivo La Napoli di"Luna Rossa" e di Pino Daniele