Sorrento: ripresa la Coppa dell’Angelo, in ricordo di Giovanni e Giovanni

In questa occasione speciale, le due squadre hanno sostenuto il progetto di beneficenza dei fratelli Fiorentino, maestri artigiani e presepiali, che stanno restaurando con le proprie forze il presepe storico della chiesa di Sant’Antonino, andato totalmente distrutto

Redazione – È ripresa la Coppa dell’Angelo, in ricordo di Giovanni Serbantini e Giovanni Persico.

In questa occasione speciale, le due squadre hanno sostenuto il progetto di beneficenza dei fratelli Fiorentino, maestri artigiani e presepiali, che stanno restaurando con le proprie forze il presepe storico della chiesa di Sant’Antonino, andato totalmente distrutto.

Grazie a questi due gruppi di ragazzi con ancora grandi valori e sentimenti, verranno posti due angeli nella Natività del presepe della chiesa di Sant’Antonino, tutt’oggi in ristrutturazione grazie alla disponibilità, alla professionalità ed alla devozione dei maestri artigiani Raffaele Fiorentino ed Amedeo D. Fiorentino, i quali si sono fatti carico in tutto e per tutto di ripristinare e restituire a Sorrento questa magnifica opera che altrimenti sarebbe andata persa.

Un ringraziamento speciale va a don Mario Cafiero ed al presidente del consiglio comunale Luigi di Prisco che con tanta commozione e sensibilità ha fatto di tutto per poter esserci.

E proprio per Luigi di Prisco è stato “un privilegio per me, portare, presso il campo della Cattedrale, i saluti agli organizzatori e ai partecipanti tutti della Coppa dell’Angelo, una partita commemorativa tra le squadre degli Amici di Giovanni Serbandini e Giovanni Persico, due sorrentini scomparsi prematuramente.

In questa occasione speciale, le due squadre hanno sostenuto il progetto di beneficenza dei fratelli Fiorentino, maestri artigiani e presepiali, che stanno restaurando con le proprie forze il presepe storico della chiesa del nostro Patrono Sant’Antonino, andato totalmente distrutto.

Grazie al ricavato della beneficenza del torneo, saranno donati due pastori e due angeli, che verranno posti sopra la Natività, a perenne ricordo di G. Serbandini e G. Persico”.

GiSpa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.