Spreca il San Vito Positano e ringrazia la Scafatese

I costieri vanno in vantaggio per due volte ma sono raggiunti

 L'immagine può contenere: testo

La Scafatese muove finalmente la propria classifica pareggiando per 2-2 contro il San Vito Positano degli ex Giordano, Ciccarelli e Macera. Sul campo in sintetico del Vigilante Varone di Sant’Antonio Abate sono i canarini a rendersi per primi pericolosi con un rigore richiesto da Pasqualino Scognamiglio e, poi al 4’ con una bella azione corale che libera al tiro Avino, la cui conclusione viene ribattuta. Si tratta, però, soltanto di un sussulto, perché alla prima vera azione offensiva gli ospiti passano in vantaggio con un preciso colpo di testa di Giulio Giordano, uno dei tanti ex di turno. La Scafatese non si disunisce e continua a ricamare gioco: al 15’ Avino pesca Simeri che, di sinistro, calcia al lato, mentre al 27’ è sempre il numero 8 canarino a trovare Farriciello in area che non trova l’appuntamento col pallone. Il capitano canarino appare ispiratissimo e, al minuto 29, riesce a trovare con una vera e propria magia che smarca Scognamiglio; il numero 10 ringrazia e beffa l’ex compagno di squadra Ciccarelli. Potrebbe essere il momento della svolta, eppure il pareggio canarino dura soltanto 120 secondi, perché i costieri, con un’azione fotocopia alla prima rete, realizzano il nuovo vantaggio con Vincenzi.
Nella ripresa, però, la squadra gialloblu non getta la spugna e riesce subito a pareggiare con un tap-in in area di rigore di Esposito Ciro, under classe 2000 ex Nocerina subentrato al posto di Cucca. È l’episodio che gasa gli uomini di Amarante che sfiorando più volte il colpo da tre punti, prima con una conclusione alta di Vincenzo Manzo al 54’ e poi con il colpo di testa di Scognamiglio a botta sicura del minuto 66 che chiama al miracolo Ciccarelli. Sulla ripartenza costiera cambia nuovamente il match perché la Scafatese resta in dieci a causa dell’ espulsione di Sannino che commette fallo dal ultimo uomo su Carfora. Amarante mischia nuovamente le carte e riesce a portare a casa almeno un punto, nonostante un episodio dubbio che poteva portare al calcio di rigore per un fallo sull’autore del goal Ciro Esposito.
Il triplice fischio finale di De Cicco chiude una partita frizzante e bella da vedere. I canarini, la settimana prossima, saranno di scena sul campo del Solofra.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 2^ GIORNATA

SCAFATESE 1922 – SAN VITO POSITANO 2-2

SCAFATESE: Belviso, Sannino 00, Petrosino 01, Cucca 00 (45’ Esposito Ciro 00), Criscuolo, Caiazza, Simeri (45’ Vitiello), Avino, Farriciello (87’ Esposito Giuseppe), Scognamiglio (82’ Spera 00), Manzo (69’ Gargiulo 99).
A disposizione: Menzione 00, Gargiulo 99, Russo 00, Cariello 01, Vitiello, Spera 00, Esposito Giuseppe, Esposito Ciro 00, Cicalese 00.
All: Amarante.

SAN VITO POSITANO: Ciccarelli, Carezza, Greco 99, Ruscio, Vallefuoco, Di Franco (50’ Capissi), Carfora, Longobardi 01, Vincenzi, Giordano, Esposito Aniello.
A disposizione: Severino 99, Rapicano 00, Cafasso 00, Borrelli, Lauri 00, Capissi, Esposito Aniello, Ferrantino 00, Guidone.

RETI: 5’ Giordano, 29’ Scognamiglio, 31’ Vincenzi, 49’ Esposito Ciro.
Arbitro: Di Cicco di Nola
Assistenti: Giangreco di Salerno e Varchetta di Nola
Note: Ammoniti: Ruscio, Caiazza, Petrosino, Capissi. Espulso: Sannino. Calci d’angolo: 6-5.

 

Pasquale Formisano
Responsabile Ufficio Stampa
Scafatese Calcio 1922

 

Precedente SS145 Sorrentina, maxi tamponamento Successivo Castigato un Sant’Agnello con l’uomo in più