SS 163 Amalfitana, la riapertura, il 28 giugno

Nella serata potrà essere transitabile al traffico leggero mentre a quello pesante verso Ferragosto

 

L'immagine può contenere: montagna, spazio all'aperto e natura
Situazione al 17 giugno

 Meta – Ora è ufficiale con il comunicato diramato dall’Anas che la statale 163 Amalfitana il 28 giugno sera sarà riaperta e transitabile al traffico leggero mentre a quello pesante verso Ferragosto.

Dal comunicato emesso dall’ente stradale una notizia ‘benefica’ per il traffico leggero che così non dovrà più transitare, per andare verso Castellammare di Stabia, per via Cavone a Piano di Sorrento, e poi per il corso Italia a Meta, dove oltre a creare ingorghi anche causa bus e camion, si creava una lunga fila che arrivava in via dei Platani per tutta la sua lunghezza. Almeno gli automobilisti ed i minivan che devono uscire dalla costiera riavranno un’altra volta una valvola di sfogo, non sarà così per ora per pullman turistici, articolati e tir che per ora, sembra che così debba essere, dovranno percorrere ancora il corso Italia di Meta.

La chiusura della statale come tutti ricordano avvenne il 7 febbraio in conseguenza della pioggia che fu la causa del cedimento di una piazzola e del franare del terreno sottostante essa e di una quercia. I lavori che sono stati di somma urgenza non hanno avuto vita facile, sia per il maltempo che si è verificato nel mese di marzo e di un altro crollo che si è avuto dopo breve tempo, e sia perché c’era da spostare i tubi di acqua e gas al di sotto della carreggiata.
Però poi si ci è messo che i micro-pali di un grande diametro che hanno costituito la paratia di sostegno, ancorati per il tramite di file di tiranti, infissi nel terreno per una profondità di oltre venti metri, non erano sufficienti e ce ne sono voluti altri.

Dopo aver installato questi ulteriori micro-pali ed aver spostato queste interferenze (tubi del gas e dell’acqua) da parte dei vari enti gestori, l’Anas ha potuto realizzare ex-novo il rilevato stradale e procedere alla ripavimentazione provvisoria in corrispondenza dell’area di cantiere con l’obiettivo di ripristinare la circolazione almeno al traffico leggero.

E come già suddetto, sarà riaperta al traffico pesante verso il periodo di Ferragosto, dopo l’ultimazione dei lavori complementari.

 

GISPA

 

Precedente A Sant’Agata sui due Golfi Padre Raniero Cantalamessa Successivo Vico Equense, investito muore 91enne