Superyacht assaltano la rada d Sorrento

Tutti davanti tra la Marina di Meta e quella Piccola di Sorrento

 L'immagine può contenere: oceano, cielo, acqua e spazio all'aperto

Costiera sorrentina – Una domenica con una visione di tanti superyacht che assaltano la costa delle sirene che battevano per lo più la bandiera delle isole Cayman ed erano tutti all’ancora tra la Marina di Meta e quella Piccola di Sorrento.

Tra essi c’erano lo Skat, il Mogambo, il Mary Jean II, il Moonlight II, l’Icon ed il Lauren L, tutti di gradi dimensioni che superavano i 50 metri e facevano bella figura di sé nelle acque della costiera che sono state gradite ai loro benestanti proprietari con i loro amici. In una giornata che anche se non baciata tutta dal sole, ma calda, loro si sono potuti godere delle ore spensierate immergendosi in un mare che molti ci invidiano anche se purtroppo fa parlare non bene di sé.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, spazio all'aperto, acqua e natura

Come una cartolina con il Vesuvio a fare da sfondo, già di buon mattino erano in rada per godersi la giornata festiva anche se i loro proprietari erano in vacanza per assaporare dei giorni spensierati, mentre qualcuno era all’ancora nel porto di Marina di Cassano come il Saudades che poi lo ha lasciato in giornata per fare rotta verso quello partenopeo di Mergellina.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, spazio all'aperto, acqua e natura

Nella acque costiere lo Skat, costruito nel 2002, battente bandiera delle isole Cayman con una lunghezza di 70,7 metri con una larghezza di 14, era nella sua zona con la prua verso la costa, così come il Mogambo che batteva la stessa bandiera ma con un’età più giovane (2012) ed è lungo 73,42 metri e largo 12,8. Di qualche anno meno giovane era l’Icon (sempre battente bandiera delle Cayman) che è stato costruito nel 2010, ed ha una lunghezza di metri 67,5 per una larghezza di 12, più piccolo di 7,5 metri è il Mary Jean II (60 di lunghezza e 12 di larghezza) che batte bandiera della United Kindom, e che è venuto alla luce nel 2010.

L'immagine può contenere: oceano, cielo, spazio all'aperto, acqua e natura

Tra quelli che superavano la lunghezza dei 70 metri c’era il Lauern L, anch’esso battente bandiera delle Cayman, costruito nel 2020, che arriva ad una lunghezza di 88,5 metri per una larghezza di 14,24, ma quello che era il più lungo è il Moonlight II, nato nel 2005, stavolta battente bandiera dell’isola di Malta, la cui lunghezza superava i 90 metri, e per l’esattezza 91,4, mentre la larghezza arriva a 14,42.

Una bella visione non solo per la gente locale o che arrivava dalla Campania, ma anche per i turisti che visitavano la costiera sorrentina.

Le foto a corredo dell’articolo sono di Giuseppe Spasiano

 

GISPA

Precedente Scafati, Helios: l’azienda in supporto degli impianti colpiti dai roghi Successivo Sorrento, altri colpi di mercato