E’ volata negli Usa Sveva Schiazzano

Oltreoceano continuerà a nuotare e già si è messa in luce ma anche a studiare

 Old Queens Rutgers.jpg

Redazione – La nuotatrice costiera Sveva Schiazzano è volata negli Usa ed oltreoceano continuerà a nuotare e già si è messa in luce ma anche a studiare.

Il volo intercontinentale per la 18enne nuotatrice dall’Europa verso gli Stati Uniti per approdare già a gennaio alla Rutgers University del New Jersey, una delle più apprezzate università americane, per frequentare il semestre primaverile.

Infatti dopo aver messo nero su bianco è volata verso gli USA per partecipare alle sue prime gare statunitensi facendo il suo debutto nella gare di stile libero, e vincendo anche una.

Nella terra della bandiera a stelle e strisce porta tutta la sua esperienza incamerata in Italia, già da quando frequentava il Liceo Scientifico Gaetano Salvemini, ha guidato la sua squadra in quattro campionati regionali consecutivi e quattro campionati italiani.

Nella terra dello ‘Zio Sam’ oltre che a continuare nel nuoto allenandosi, studierà anche imparando bene la lingua inglese, ma soprattutto anche il modo di come si vive nella Rutgers University e negli Usa.

Si presenta con un curriculum di tutto rispetto giacché nel 2013 conquistò per la prima volta il titolo italiano nei 400 stile libero e l’argento negli 800, poi nel marzo del 2014 nei primaverili giovanili ottiene l’oro sia nei 400 stile libero che negli 800, tutto a Riccione. I risultati la premiano ancora nel giugno del 2015 quando ha conquistato un oro ai Giochi europei di Baku in Azerbaigian, trionfando nei 1500 stile libero. Poi dopo un mese fece la sua prima esperienza nel nuoto di fondo in Svizzera, arrivando ottava nella gara sulla distanza dei cinque chilometri che era valida per il campionato europeo juniores di nuoto in acque libere. Nel 2016 in Ungheria ha vinto la medaglia di bronzo sempre nei 1500 stile libero. Ma anche avuto un’onorificenza dal Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ed dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, quella di ambasciatrice dei valori dello sport fra i giovani.

Ed oggi si sta cimentando nella terra americana e da come si è presentata, vincendo già la  sua prima gara, il futuro vede rosa.

 

GISPA

Precedente ‘A pasta cas’ e ova, un piatto semplice e davvero tipico Successivo Approvato il bilancio annuale a Sorrento