Sorrento immenso

Tutto accade nella ripresa di una gara che ha visto i rossoneri predominare segnando tre reti (Loreto, Cuccurullo e Ravasio), fino a quando avevano mollato un po’ mentalmente facendo segnare una doppietta agli etnei (Ciancio)

Redazione – Vittoria di un immenso Sorrento che si riscatta dalla sconfitta amara subita a Brindisi e batte il Catania che ora deve sperare negli ultimi 90’ per non cadere nella roulette russa dei play out.

Il risultato finale non deve ingannare, perché la squadra di Maiuri ha menato le danze contro un avversario che fino all’86’ non era pervenuto, in una gara che ha destato pochi sussulti nel primo tempo dove solo i costieri hanno provato con Ravasio.

Con Todisco, Messori e Capasso ai box, Maiuri ha optato per Blondett terzino destro con Di Somma al fianco di Fusco. In mediana spazio a Riccardi mentre Kolaj ha preso posto nel tridente d’attacco. Avvio equilibrato ed a ritmi bassi con più di qualche folata rossonera ed un tiro di Marsura preda di Del Sorbo. Sorrento vivo e pericoloso al 23’ con una bella azione personale di Ravasio, tiro alto. Costieri che optano per un pressing alto e giostrano senza patemi d’animo, ma non disdegnano di trovare il vantaggio: 37’ tocco di Vitale per il mancino di Riccardi e deviazione di Albertoni in angolo. Impreciso invece Marsura al 40’ con il sinistro da buona posizione prima di una incornata di Ravasio che ha incrociato beffardamente il polpaccio di Di Somma in chiusura di frazione.

Ripresa da fuochi d’artificio: Loreto dapprima mette di poco sulla traversa e poi sigla la prima rete su un cioccolatino di Kolaj. Con i cambi è stato un Catania a trazione anteriore che ha sortito solo una palla oltre la traversa del neoentrato Cianci. Ravasio di punta ha fatto venire i brividi ad Albertoni su cross di Loreto. Vitale si è divorato il 2-0 su assist di Cuccurullo che poi ha trovato il raddoppio con un bel piazzato un minuto dopo.

Con il 5-3-2 finale Maiuri – espulso per la doppia esultanza – si è risistemato e Ravasio ha calato il tris in contropiede vincendo il duello fisico con Castellini per poi insaccare il suo dodicesimo centro stagionale.

Sussulto di finale gara degli etnei con Cianci autore di una doppietta: in area innesca un rasoterra vincente e di testa mette alle spalle di Del Sorbo.

SORRENTO – CATANIA 3-2

Marcatori: 49’ Loreto (S), Cuccurullo (S), 83’ Ravasio (S), 86’ e 90’ Cianci (C).

SORRENTO (4-3-3): Del Sorbo; Di Somma, Blondett, Fusco, Loreto; Riccardi (68’ La Monica), De Francesco, Cuccurullo (78’ Bonavolontà); Vitale (78’ Vitiello), Ravasio, Kolaj (75’ Scala).

A disposizione: D’Aniello, Albertazzi, Martignago, Badje, Colombini, Morichelli, Sorrentino, Palella. Allen: Vincenzo Maiuri.

Catania (3-5-2): Albertoni; Monaco (70’ Chiarella), Kontek, Castellini; Celli, Quaini (46’ Cianci), Welbeck, Zammarini, Cicerelli (53’ Chiricò); Marsura, Di Carmine.

A disposizione: Donato, Furlan, Curado, Haveri, Ndoj, Costantino, Patalano, Forti.

Allen: Michele Zeoli.

Arbitro: Leonardo Mastrodomenico di Matera.

Assistenti: Giovanni Dell’Orco (Policoro) – Fabio Dell’Arciprete (Vasto).

4° Ufficiale: Giuseppe Rispoli (Locri).

Espulso: 94’ Marsura (C).

Ammoniti: 32’ De Francesco (S), 64’ Celli (C), 91’ Scala (S) e Ndoj (C)

Note: serata serena, 6°; erba artificiale buona.

Angoli: 3-5. Recuperi: 1’ pt e 5’ st.     GiSpa