Circumvesuviana, salvato viaggiatore dal defibrillatore

Ha accusato un malore ma prontamente è accorsa un’addetta dell’azienda che lo ha fatto ritornare a respirare

 

 Sorrento – Un viaggiatore su un convoglio della Circumvesuviana ha accusato un malore ma prontamente è accorsa un’addetta dell’azienda che lo ha fatto ritornare a respirare grazie al defibrillatore.

Tutta la vicenda si svolge nella mattina del 12 aprile quando il treno in partenza dalla cittadina costiera deve fare la sua solita corsa che lo porta nella città partenopea, ma dopo la sua partenza avvenuta alle ore 09.37 il 60enne viaggiatore ha questo malore.

Tanta paura nei passeggeri nel vedere che egli è in gravi condizioni e subito viene allertata una dipendente dell’Eav – l’azienda del trasporto pubblico che gestisce la linea – che si è formata all’utilizzo del defibrillatore, grazie all’utilizzo di uno di essi adottati dall’ente pochi mesi fa, è riuscita a rianimare il passeggero ed a farlo nuovamente respirare.

Quando si ci è assicurati che il viaggiatore era in condizioni di essersi ristabilito è stato postato su un’ambulanza del 118 che nel frattempo era stato già avvertito ed era giunto sul luogo e trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso.

L’Eav si è dotato di 22 defibrillatori in altrettante sedi: questi dispositivi salvavita coprono circa il 90 percento dei dipendenti e dei passeggeri dell’azienda del trasporto pubblico che sta cercando di rendere sempre più efficienti le procedure di pronto soccorso a bordo dei convogli.

 

GISPA

 

Precedente Punta Campanella, per il weekend sold out nel Centro Visite Interattivo Successivo Al 'Vinitaly' di Verona vitivinicoltura eroica della Costa d'Amalfi