Derby: il San Vito Positano la spunta, stop Sorrento

Una perla dell’ex Porzio decide una partita con due squadre dagli obiettivi diversi

   

Redazione – Sembra essere indigesto il San Vito Positano che ancora una volta la spunta nel derby, decretando lo stop al Sorrento grazie ad una perla dell’ex Porzio che decide una partita con due squadre dagli obiettivi diversi.

Il San Vito aveva bisogno di ossigeno e non vedeva la vittoria da ben tre mesi, mentre il Sorrento non doveva perdere ulteriore terreno nei confronti della capolista Agropoli, che oggi ha pareggiato a Pontecagnano contro il Faiano. Una gara sentita da entrambe poiché vi erano gli ex che avevano giocato o allenato da una parte e dall’altra, e proprio un ex che l’ha decisa con una rete con un tiro mancino violento e preciso che si va ad insaccare nell’angolino alto. Il Sorrento ha cercato di attuare il suo gioco sia nei primi dieci minuti della prima frazione che poi anche nella ripresa, quando i locali erano un po’ appannati anche per la stanchezza. Il San Vito dopo aver preso le dovute misure ha iniziato a far valere il suo gioco ed ha realizzato il gol capolavoro e poi ha subito cercato di chiudere l’incontro, mentre nella ripresa ha dovuto subire il gioco sorrentino che però si spegneva sulla tre quarti contro la difesa giallorossa. A far da cornice c’è stato poi l’infortunio subito al naso dell’arbitro a causa di una pallonata, e la gara è stata sospesa per vari minuti, ma dopo tutto, per fortuna se no la si doveva rigiocare, è rientrato nella normalità perché si è riusciti a bloccare il sangue.

La gara – PRIMO TEMPO

S  Ci prova Falanga ma la sua finalizzazione non va a buon fine.

S  Rizzo va alla conclusione che però è deviata in corner da un difensore positanese.

30’  S  Masi dalla distanza ma la sfera termina alta sopra la traversa.

32’  S  Cifani, bravo a svettare più in alto di tutti e colpire di testa sul calcio d’angolo di Pepe, Belviso non si fa sorprendere.

40′   SVP  1-0  Porzio conquista palla sulla trequarti e punta l’area di rigore, al limite pesca il jolly con un sinistro violento e preciso che si va ad insaccare nell’angolino alto.

47’  SVP  Terracciano, direttamente su calcio piazzato: il suo sinistro si stampa sulla base del palo.

Come si vede un primo tempo dove il Sorrento cerca di farsi valere ma approda a poco mentre il San Vito approda a molto con il gol capolavoro e poi ha la sfortuna di colpire la base del palo.

SECONDO TEMPO

SVP  Testa di Longobardi e sfera che è salvata sulla linea da un giocatore sorrentino.

SVP  Ci prova Di Ruocco V ma la sua sfera è messa in angolo.

18’  S  Punizione di Pepe dalla sinistra, Calabrese svetta in area ma di testa non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.

28’  S  Gran destro di Vitale, al volo dal limite, palla di poco sopra la traversa.

51’  S  Punizione battuta dal limite da Pepe con la palla che colpisce la traversa.

Una ripresa con il San Vito che tenta qualcosa ma non molto, però cerca di non far sviluppare il gioco sorrentino, specialmente sulle fasce, e si chiude bene in difesa, dal canto suo il Sorrento tenta il tutto per tutto ed alla fine stava quasi per pareggiare ma la sfera di Pepe va a sbattere sulla traversa.

Al triplice fischio per il San Vito una boccata d’ossigeno che fa morale, dopo tre mesi senza una vittoria, in vista della trasferta esterna del prossimo weekend ad Agropoli, per il Sorrento uno stop che fa riflettere, non preclude a nulla ma in settimana bisogna rimboccarsi le maniche in vista del secondo derby consecutivo: stavolta contro il Sant’Agnello.

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2017-18 – GIRONE B – 17^ GIORNATA – 2^ RITORNO

SAN VITO POSITANO-SORRENTO 1-0

Goal: Porzio al 40′
SAN VITO POSITANO:
Belviso, Marino, Amita, Banco, Vallefuoco, Terracciano, Natino (45′st D’Alesio), Esposito, Longobardi, Porzio (40′st Di Ruocco V), Farriciello (36′st Squitieri).

A disp: Di Leva, Buondonno, Langella, Busanca.   Allen: Mario Attanasio.
SORRENTO: Munao, Raimondi, Rizzo (1′st Sogliuzzo), Di Ruocco F. (27′st Evacuo), Calabrese, Guarro, Masi (15′st Vitale), Pepe, Gargiulo, Cifani, Falanga (1′st Matino).

A disp: Leone, Cretella, Lombarder.   Allen. Antonio Guarracino.
Arbitro: Emanuele Coluccino di Avellino.

Assistenti: Luigi Russo (Castellammare di Stabia) – Vincenzo Sabatino (Napoli).
Ammoniti: 50’pt Natino (SVP); st – 22’ Calabrese (S), 28’ Pepe (S), 36’ Sogliuzzo (S), Squitieri (P).

Note: giornata variabile, erba naturale in precarie condizioni, spettatori 280 circa.
Recupero: 8′pt e 7′st.

 

GISPA

 

Precedente Corsara Folgore Massa, soffre ma vince Successivo La perla balistica di Palladino non basta al Sant’Agnello