La ShedirPharma Sorrento conserva la serie A

Batte la Quantware Napoli in un derby sentito, a viso aperto ed equilibrato, giocato punto a punto in molti fasi, con l’una e l’altra squadra che si portavano avanti di qualche punto, ma con i costieri che in tre set su quattro prendevano un buon vantaggio per vincerli

Redazione – La ShedirPharma conserva la serie A.

Batte la Quantware Napoli in un derby sentito, a viso aperto ed equilibrato, giocato punto a punto in molti fasi, con l’una e l’altra squadra che si portavano avanti di qualche punto, ma con i costieri che in tre set su quattro prendevano un buon vantaggio per vincerli.

Nella gara casalinga i biancoverdi si giocavano il tutto per tutto contro i partenopei, dopo una stagione che, giornata dopo giornata, stava andando verso il precipizio, così arriva il cambio di allenatore, Nicola Esposito rileva Francesco Racaniello.

L’ex allenatore della scorsa stagione rileva una situazione non certo facile, ma dà la giusta scossa che oggi ha portato i costieri a restare in serie A3.

Al PalAtigliana erano di fronte due squadre che dovevano conservare la categoria, è stata una gara a viso aperto, alquanto equilibrata, giocata punto a punto, così è il copione del primo parziale. Ace di Gozzo e costieri in avanti (6-5), ma si va avanti sempre sul filo sottile dell’equilibrio, poi spezzato da Disabato e Bellucci che fa mettere la freccia ai biancoverdi (16-14). Le distanze vengono mantenute da Gozzo e Pilotto che poi chiude sul 25-21.

Stesso copione nel set successivo ma stavolta i partenopei sono più concentrati e con Martino e Starace allungano (5-8), Gozzo impatta (10-10), ma i costieri non sembrano molto in vena: Disabato erra il servizio che da il via libera ai partenopei che mantengono le distanze con Monda al servizio ed in attacco, mentre Starace chiude il set a favore dei napoletani sul 20-25.

Napoletani che partono decisi e determinati con Saccone, costieri che rincorrono in questo inizio di parziale, sempre l’equilibrio la fa da padrone: Gozzo accorcia e Pilotto impatta, poi Szabo allunga ma impatta ancora Filip. Disabato sale in cattedra ed i costieri allungano anche con il muro di Gozzo e con Garofalo (16-10). Cefariello mette out per due volte e Starace in battuta erra, due ace di Disabato ed è 25-14.

Set decisivo ma stavolta la squadra di coach Esposito che va avanti di tre punti con Pilotto (8-5), Napoli impatta con Montò ma Disabato martella a punto (20-17). Timeout degli ospiti che non sortisce nulla, attacco profondo di Gozzo, muro vincente di Szabo e l’invasione di Quarantelli chiude il set a favore dei costieri sul 25-19.

GiSpa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.