Alla “La Cartiera” rubarono smartphone, arrestati

Da Vico Equense a Pompei per compiere la loro “buona azione” di giornata

 

 Redazione – Da Vico Equense  a “La Cartiera” di Pompei per compiere la loro “buona azione” di giornata a maggio, ossia rubare uno smartphone del valore di 800 euro ma sono stati identificati ed arrestati.

Francesco Cuomo, 42 anni e Domenico Di Brita, 50 anni, entrambi della cittadina costiera, e già noti alle forze dell’ordine per aver commesso reati contro il patrimonio e di droga, sono stati destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Torre Annunziata per furto aggravato in concorso ed occultamento di targa.

Quando fu commesso il furto le indagini furono condotte dai militari dell’Arma perché ci fu la denuncia di questo smartphone rubato in un negozio situato nel centro commerciale, e furono acquisite le immagine delle telecamere di videosorveglianza nei quali si vedono i due risalire su una vettura con targa occultata subito dopo aver commesso il furto.

Da esse i carabinieri sono risaliti ai due che poi sono stati arrestati e tradotti al carcere di Poggioreale, mentre la refurtiva che è stata recuperata è stata restituita all’avente diritto.

GISPA

Precedente Massa Lubrense, ragazzi diversamente abili: risolvere il trasporto Successivo Scontro frontale violento in galleria