Piano di Sorrento, informazioni e mappe sulla città

In arrivo un progetto in collaborazione con l’Eav per illustrare itinerari e caratteristiche del territorio

 

Piano di Sorrento – La cittadina costiera mette in atto un altro look per essere più accogliente ed è in arrivo un progetto in collaborazione con l’Eav per illustrare itinerari e caratteristiche del territorio con mappe ed informazioni sulla città.

A questo punta l’amministrazione comunale che insieme all’ente che gestisce la linea ferroviaria vuole dare un’altra immagine di una città che sia non solo più accogliente, ma che dia anche più informazione ai turisti che la vengono a visitare, ma anche ai chi arriva dalla nostra Italia.

Nei prossimi giorni nei punti strategici saranno installati dei cartelli con sopra tutte le indicazioni utili, i numeri di utilità, i punti di interesse, le chiese, il museo George Vallet di Villa Fondi, i casali storici con il centro di cittadino.

Quando un turista arriva nella stazione cittadina della Circumvesuviana troverà quattro percorsi che gli permetteranno di portarlo: uno verso i cinque casali medievali verso la costa, fino a giungere alla Marina di Cassano, il secondo verso le colline e percorre gli antichi collegamento dalla Piana di Sorrento fino ai Colli di San Pietro. Gli altri due itinerari sono escursionistici, quindi permetteranno agli amanti del trekking di inerpicarsi sul monte Vico Alvano, la vetta più alta del territorio, oppure scendere alla marina dello Scaricatoio, l’antico ed unico approdo a sud della penisola sorrentina prima della costruzione della strada statale amalfitana.

Un progetto che vede in sinergia il sindaco che sta dando, pian piano, una svolta attuando vari passi di riqualificazione del territorio, ed un presidente dell’ente ferroviario che vuole rafforzare la sua società ed il territorio, e che intende essere un punto di riferimento in tutte le iniziative per il turismo e il trasporto locale.

 

GISPA

 

Precedente “Una vita per l’arte”, Angela Vinaccia Successivo Lugano, Nello Lauro: tributo e convegno