Raid mirato, messe k.o. le fioriere

Un gruppo di balordi le distrugge dove facevano bella mostra sul ponte del vallone tra Piano e Meta

 

Piano di Sorrento – Le avevano prese di mira ed il raid è stato mirato e le fioriere che facevano bella mostra sul ponte del corso Italia sul vallone tra Piano e Meta sono state messe k.o. da un gruppo di balordi.

Si vedeva che davano fastidio a qualcuno ed allora ecco che nella notte tra le ore una e le quattro, sono entrati in azione e chi in quel momento stava passando di lì è stato minacciato ed ha corso il rischio di prende anche delle botte, se non qualcos’altro di peggio. Per ora non si sa chi sia stato ma già si sono attivate le polizie municipali ed i carabinieri della stazione di Piano che si sono già messi al lavoro per identificare questi dementi che si sono prodigati in questa loro ‘opera’.

Un ignobile atto messo al bando in primis dai due primi cittadini delle due città confinanti, Giuseppe Tito e Vincenzo Iaccarino, che si sono detti pronti a collaborare, anche con le forze dell’ordine, per scovare che è stato l’autore di questa pessima bravata.

Ma anche molto indignati con Peppe Tito che spara a zero contro di loro sulla pagina del suo diario di Facebook, avendo centinaia di persone a suo favore che invocavano anche delle punizioni tipo dell’Isis: buttarli nel vallone Lavinola, quello che passa sotto il ponte. Mentre Vincenzo Iaccarino è molto rammaricato per l’ignobile gesto perché chi è un abitante della costiera non commette gesti del genere e si augura che presto abbiano un volto.

Ora la palla passa alle forze dell’ordine che coadiuvati dalle le immagini registrate dalle telecamere degli impianti comunali di videosorveglianza, possano risalire non solo ai balordi della notte ma anche alla targa dell’auto che si era vista nei paragi e che con ogni probabilità fosse degli ‘autori’ del gesto.

 

GISPA

 

Precedente “Le Note del Chiostro” con le Quattro Stagioni di Vivaldi a Napoli Successivo Sant’Agnello, al voto mancano poche ore