Scippatore di smartphone su treno finisce in carcere

Il viaggiatore stava chattando quando un uomo russo glielo ha scippato è fuggito ma poi arrestato

 Vico Equense – Finisce in carcere la corsa di uno scippatore russo di smartphone su treno della Circumvesuviana ad un viaggiatore che stava chattando quando glielo ha scippato ed è fuggito ma poi arrestato.

L’uomo adocchia questo viaggiatore con il convoglio che era fermo nella stazione della cittadina costiera e mette in atto il suo scippo, poi esce dal treno e fugge lungo i binari della galleria che porta verso la frazione vicana di Seiano.

Il 21enne, residente a Torre del Greco, che già è segnalato alle forze dell’ordine è stato anche inseguito dal viaggiatore nella galleria ma non è riuscito a raggiungerlo anche perché è caduto ed ha subito traumi ed escoriazioni agli arti superiori ed al fianco destro che gli sono stati riscontrati nel nosocomio vicano, dopodiché è stato dimesso.

La corsa dello scippatore è finita con le manette ai polsi perché nel contempo erano stati avverti i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Sorrento che, comandati dal capitano Marco La Rovere, si sono recati sul posto ed hanno ritracciato il russo verso la frazione vicana di Seiano e lo hanno tratto in arresto ed ora è in carcere.

 

GISPA

 

Precedente Social World Film Festival 2018: Premio alla Carriera a Michele Placido e Stefania Sandrelli Successivo Russo e De Rosa si vestono di rossonero