Sorrento, un concorso regionale sulla delizia al limone

Mercoledì 17 aprile, iniziativa per ricordare l’inventore del tipico dolce di Sorrento, Carmine Marzuillo. L’attrice Nunzia Schiano tra i protagonisti della giornata, insieme agli allievi degli istituti alberghieri campani

Un evento per ricordare l’inventore della delizia al limone, il dolce tipico di Sorrento e dintorni. Mercoledì 17 aprile, il concorso dedicato a Carmine Marzuillo, in programma all’Istituto polispecialistico San Paolo di Sorrento, promotore dell’iniziativa insieme a Federalberghi Penisola Sorrentina. Parteciperanno gli allievi delle sezioni di enogastronomia degli istituti alberghieri «Viviani» di Castellammare, «Elena di Savoia», «Cavalcanti» e «Vittorio Veneto» di Napoli, «Axel Munthe» di Capri, «Striano-Terzigno» di Striano, «De Medici» di Ottaviano, «De Gennaro» di Vico Equense, «Tognazzi» di Pollena Trocchia, «Virtuoso» di Salerno, «Faicchio-Castelvenere» di Benevento e «Ferraris» di Caserta. Di questa mattina, la masterclass tenuta dallo chef Antonino Attardi, alla presenza degli studenti che parteciperanno al contest.

A giudicare la migliore realizzazione sarà la giuria composta dallo chef Alfonso Marzuillo, fratello di Carmine, dallo chef stellato Peppe Aversa del ristorante Il Buco di Sorrento e dalla giornalista Atenaide Arpone, responsabile dei magazine di Italian Gourmet.

Madrina della manifestazione sarà l’attrice Nunzia Schiano. Ospite d’onore, l’assessore alla Scuola e alle Politiche Sociali e Giovanili della Regione Campania, Lucia Fortini. Alle ore 16 la cerimonia di premiazione, condotta dal giornalista Antonino Siniscalchi, con numerosi ospiti che saranno accolti dalla dirigente scolastica, Lia Mascolo e dal presidente della Federalberghi Penisola Sorrentina, Costanzo Iaccarino. Media partner dell’iniziativa, il magazine Slow Sud, edito dall’agenzia Ago Press.

La delizia al limone è tra i dolci più tipici della penisola sorrentina ed è una delle tante prelibatezze di questa terra. Ad idearla fu il pasticciere Carmine Marzuillo. La sua creazione venne premiata nel 1978, in occasione del convegno dell’Associazione nazionale cuochi, con la medaglia d’oro, da parte del presidente Luigi Carnacina. Il dolce verrà definitivamente consacrato grazie al fratello di Carmine, Alfonso, chef del ristorante “Antico Francischiello”, che lo inserì nel menu del locale. Da quel momento, la ricetta della delizia al limone esce dai confini della penisola sorrentina per intraprendere un viaggio che la porterà in giro per il mondo.