Sulla SS 145 Sorrentina giornata da incubo

Due incidenti hanno paralizzato il traffico che è andato il tili sia in entrata che in uscita dalla costiera sorrentina

 

 Costiera sorrentina – È stata una giornata da incubo sulla SS145 Sorrentina con due incidenti che hanno avuto più o meno gravi ripercussioni sulle persone e sul traffico che è andato il tilt sia in entrata che in uscita dalla costiera sorrentina.

In mattinata sulla panoramica che da Vico Equense conduce verso Meta, in uno dei brevi rettilinei tra le curve, un motorino con due turisti ed una donna sono rimasti feriti in un incidente, e sul posto si erano portati i militari dell’Arma della stazione di Vico Equense e quelli della Compagnia di Sorrento, coordinati dal capitano Marco La Rovere ed anche il 118. La statale è stata chiusa per circa un’ora e mezza, per far eseguire i rilievi del caso e la dinamica dell’accaduto, poi tutto è ritornato alla normalità, ma il traffico è letteralmente impazzito perché tutte le strade che portano verso l’imbocco adiacente la Basilica di Santa Maria del Lauro erano zeppe di veicoli che non sapevano dove più intrufolarsi.

Mentre un altro incidente alquanto dalle conseguenze più o meno gravi si è avuto, alle ore 18.00 circa, nella galleria di ‘Santa Maria di Pozzano’ che collega Vico Equense a Castellammare di Stabia e c’è stato l’impatto frontale tra un  furgone ed un pullman che viaggiavano in opposte direzioni che ha provocato un ferito.

Sul posto si erano portate alcune pattuglie della Polizia Stradale del compartimento di Sorrento per ricostruire la dinamica e le responsabilità dell’incidente, l’Anas ed il 118, ma il traffico sulla statale ancora una volta è andato in tilt. Si sono registrate delle lunghe code di veicoli in entrambi i sensi di marcia poiché una delle due corsie è stata bloccata da quelli coinvolti nell’incidente e si procedeva a senso unico alternato.

Perciò il traffico è stato deviato sul vecchio  tracciato della litoranea che porta da Castellammare di Stabia a Vico Equense, mentre per i veicoli che andavano verso Castellammare di Stabia si andava a rilento.

 

Precedente Torre Turbolo 2018, il grande ritorno di Gino Rivieccio Successivo Amp Punta Campanella, reportage su Rai 3