Costa d’Amalfi, dura sconfitta da digerire

I costieri perdono in uno scontro salvezza ad alta tensione

 

Foto di Michele Abbagnara, tratta dal sito costadamalficalcio.com

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2017-18 – GIRONE B – 19^ GIORNATA – 4^ RITORNO

Battipagliese-Costa D’Amalfi 2-1
Reti:
25°pt Troiano (rig.) 17°st Campione 39°st Pommella
Battipagliese 
Antico 99; Consiglio; Impesi 2000 (31°st Cappelli 2000); Adiletta; Criscuolo; De Giorgi; Manzo (31°st Rocchino 99); Troiano; Campione; Guerrera; Rago 98. Allenatore Viscido
Costa D’Amalfi
Faggiano; Cantilena (22°pt Criscuoli); Palumbo; Vitiello R (28°st Lettieri); De Luca; Vigorito; Vitiello L 99 (34°pt Catalano 2000); DI Landro 99 (31°st War 99); Marino; Mascolo; Ferrara 2001(31°st Pommella 98). Allenatore Contaldo.

Arbitro: Gennaro Decimo di Napoli.

Assistenti: Giovanni Di Meglio di Napoli – Giovanni Scarpa di Nocera Inferiore.
Angoli 7-5 per la Battipagliese
Ammoniti: Adiletta; Troiano (B)
Recupero: 2’ – 4’

Note: giornata serena, erba artificiale buona.

Una sconfitta che fa male, una sconfitta dura da digerire. La Battipagliese batte il Costa d’Amalfi in uno scontro salvezza ad alta tensione.
I costieri nella prima frazione lasciano troppo campo ai locali, forse era troppo importante la posta in palio. La Battipagliese dal canto suo passa in vantaggio con un rigore davvero discutibile: infatti il contatto Vigorito – Campione vede proprio quest’ultimo trattenere il difensore e lanciarsi a terra. Eravamo al 25º, e fino ad allora la Battipagliese stava facendo la gara, ma a parte un palo un po’ fortuito non aveva fatto cose trascendentali. Ció non toglie che i costieri hanno approcciato forse con troppo timore alla gara.
Nella ripresa la gara cambia e, spronati da mister Contaldo, i biancazzurri prendono letteralmente d’assalto la metà campo della Battipagliese, andando alla conclusione con Mascolo e con Marino, e sprecando un clamoroso liscio in area locale. Ma proprio nel momento migliore degli ospiti arriva la beffa: contropiede di Manzo, la palla carambola in area, rinvia come viene Ferrara, ma proprio sui piedi di Guerrera, che entra in area e serve Campione, il quale deve solo appoggiare in rete.
Il gol è una mazzata tremenda, vista anche la mole di gioco proposta fino a quel momento dagli uomini di mister Contaldo, ma al 79º arriva l’episodio che riaccende la gara: palla di Mascolo per Marino, batti e ribatti in area, arriva Pommella che prima si vede parare la conclusione e poi la ribadisce in rete. I costieri ci credono davvero, e la Battipagliese trema più che mai. Costieri completamente in attacco, e Battipagliese che non sfrutta ripartenze clamorose, con Faggiano che compie almeno due miracoli. Nel recupero succede il fattaccio, sull’ultimo assalto dei costieri De Giorgi ferma clamorosamente la palla con la mano ma, nell’incredulità generale, l’arbitro, Decimo di Napoli, lascia correre scatenando l’ira degli ospiti. Il fischio finale sancisce il termine di una gara che è dura da digerire, perchè ancora una volta c’è la consapevolezza di aver regalato troppo agli avversari, e se poi si aggiungono le decisioni a sfavore diventa davvero una montagna durissima da scalare.
Adesso bisogna far quadrato intorno alla squadra, essere uniti più che mai in questo momento, bisogna uscire da questo tunnel, e l’occasione arriva nella prossima gara casalinga contro l’Eclanese, in un match che diventa fondamentale.

Fonte UFFICIO STAMPA FC COSTA D’AMALFI

Precedente Furti d’auto: in 4 denunciati Successivo Tosta a morire la Polisportiva Sorrento